Dalla Baviera alla laguna su due ruote: il progetto della ciclovia Monaco-Venezia

Dalla Baviera alla laguna su due ruote: il progetto della ciclovia Monaco-Venezia

- in Le ultime
145
0
danesin_Asolo_thmb

danesin_Asolo_thmbLe IPA della Marca (Marca Trevigiana, Montello-Piave-Sile, Terre Alte della Marca Trevigiana) potranno chiedere finanziamenti regionali per inserirsi nel progetto di turismo accessibile e riqualificazione dei centri urbani lungo la Ciclovia Munchen-Venezia. Il progetto ha come obiettivo la creazione, tramite le connessione delle ciclovie già esistenti, di un ininterrotto percorso ciclabile che unisca Monaco di Baviera con Innsbruck, il passo del Brennero, Valle Isarco, Val Pusteria, Cortina, Belluno e Treviso e arrivo a Venezia. Avrà una segnaletica uniforme e sarà corredato da proposte turistiche elaborate in sinergia con strutture ricettive, associazioni e consorzi di riferimento. Nell’attesa di poter pedalare fino a Monaco, è possibile approfittare dei ben undici itinerari ciclo-turistici che la nostra regione offre. Quattro percorsi sono da percorrere in più tappe e sono percorsi pianeggianti, asfaltati e attrezzati (la segnaletica li indica con la lettera I); gli altri sette propongono escursioni, gite di uno o due giorni (segnalati con E). Tre in particolare coinvolgono Treviso e la sua provincia: il primo itinerario prende il nome di GiraSile ed è un percorso ad anello che segue il corso del fiume a partire dal centro di Treviso fino a Casale su un’apposita ciclabile, per poi tornare in città attraverso suggestive e tranquille vie di campagna. Due tappe dell’itinerario Dolomiti-Venezia si svolgono nella Marca. Da percorrere in un giorno ciascuna, la prima tappa parte da Vittorio Veneto e si conclude a Treviso, “Attraverso le colline del Prosecco”. La seconda, “Tra il Sile e il Piave”, segue il corso del Sile tra Treviso e Venezia, attraversando le campagne. Il terzo itinerario che coinvolge la Marca è chiamato “Anello del Veneto”: è un percorso in sei tappe di cui due nel nostro territorio, percorse su strade secondarie. Entrambe richiedono una giornata. La prima, “Ai piedi dei Colli Asolani” raggiunge il Montello da Asolo e prosegue fino al capoluogo. La seconda, “Dal Sile alla Laguna” riprende il percorso lungo il fiume. Tutti i dettagli dei percorsi nel sito http://visittreviso.it/it/ itinerari che offre ottimi spunti per gli appassionati presenti e… futuri! Mariangela Montelli

 

Facebook Comments

Leave a Reply

You may also like

I benefici dell’allenamento integrato

  Pubbliredazionale Stretching Energetico dei Meridiani e Nordic