CAVIN DE CONFIN Una cooperativa agricola biologica e solidale

CAVIN DE CONFIN Una cooperativa agricola biologica e solidale

- in
108
Commenti disabilitati su CAVIN DE CONFIN Una cooperativa agricola biologica e solidale
cavin
Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 30/05/2016 - 30/06/2016
0:00

Luogo
Breda di Piave

Categorie No Categorie


IL PROGETTO CAVIN DE CONFIN
Siamo un gruppo di aderenti ad un G.A.S. (Gruppo di Acquisto Solidale); qualche tempo fa abbiamo cominciato a riflettere su come evolvere dal ruolo di semplici consumatori solidali a quello di imprenditori solidali.

Insieme ad un nostro storico fornitore, agricoltore e casaro, abbiamo immaginato di trasformare la nostra azione da semplice supporto passivo in qualcosa di attivo e concreto. Abbiamo studiato esperienza analoghe realizzate in altre parti d’Italia; ne è nata l’ipotesi di dare vita ad una Cooperativa che si assuma la responsabilità di condurre un’azienda agricola mettendo in pratica i principi della cooperazione e dello sviluppo sostenibile. Dal l’11 Giugno 2015 questa ipotesi è diventata realtà con la costituzione della Società Agricola Cooperativa “Cavin de Confin”.

OBIETTIVI DEL PROGETTO
Gestire, in cooperativa, l’azienda agricola integrata che produrrà con metodi biologici alimenti per i soci e per il mercato;

Garantire la sostenibilità economica della gestione, per generare le risorse necessarie al mantenimento dell’azienda e al suo miglioramento nel tempo;

Garantire alla cooperativa una continuità nel tempo, anche al variare dei soci;

Creare un luogo capace di generare anche opportunità di socializzazione, integrazione e partecipazione per i soci e per la comunità.

Preservare un’isola di territorio non contaminata nel mare di agricoltura non biologica.

I dati del progetto
L’azienda agricola si trova a Breda di Piave; è certificata biologica fin dal 1988.

E’ costituita da: stalla che oggi ospita 7 vacche; caseificio, con ambienti attrezzati per la produzione e lo stoccaggio dei formaggi; locale agrituristico con cucina, sala da pranzo e servizi; terreno agricolo di circa 2,5 ettari certificato biologico.

Il nostro progetto è stato premiato dai visitatori della “Fiera 4 passi 2015” di Treviso con il premio “4passi avanti” come miglior stand (su quasi 200) e miglior progetto presentato.

Il perchè del finanziamento richiesto

Nel progetto complessivo si colloca la ricerca di fondi dedicati per l’acquisto di una macchina agricola come nella foto: una aiolatrice, il cui costo al nuovo è di circa 15.000 euro.
Il modello di attrezzatura raffigurata consente in unico passaggio di creare l’aiuola di terra, spargere il concime organico, stendere le tubazioni per irrigazione a goccia e stendere il telo di pacciamatura sopra l’aiuola costituita, rincalzandola.

Questo per noi è di enorme vantaggio:

a- ci consentirà di effettuare le lavorazioni in maniera autonoma, senza dipendere da altri che oggi ci noleggiano la macchina quando possono

b- ci consente di ridurre il monte ore necessario alla preparazione del terreno ad ogni cambio coltivazione e stagione

c- ci permetterà di aumentare la superficie dedicata alla coltivazione con lo stesso impegno di manodopera, permettendoci un aumento di produzione e quindi di ricavi, con i quali finanziare la sopravvivenza della fattoria

About the author

Facebook Comments

You may also like