Il cinema mondiale si specchia sull’acqua del Portello

Il cinema mondiale si specchia sull’acqua del Portello

- in Le ultime
607
0
RiverFilm_thmb

RiverFilm2A livello culturale è uno degli eventi padovani più conosciuti e rinomati. Nell’ambito della pura suggestione segna l’arrivo dell’estate nella città del Santo. Questa sera, 28 maggio, prenderà il via la nona edizione dell’International River Film Festival, che proseguirà poi per circa due settimane, fino al 10 giugno. La manifestazione, ideata, organizzata e promossa dall’Associazione Researching Movie, e patrocinata dal Comune di Padova, raggiunge quest’anno la sua nona edizione.

Si tratta di un festival internazionale di cortometraggi e documentari cinematografici, aperto a chiunque, con iscrizione interamente gratuita, e che permette di visionare opere provenienti da tutto il mondo, all’insegna della multietnicità e del superamento delle barriere, ideologiche e non, attraverso la settima arte. Tutte le proiezioni si terranno intorno alle 22, per permettere la visione all’aperto nella zona del Portello. In particolare lo schermo verrà posizionato su una chiatta proprio in mezzo al Piovego, offrendo uno scenario unico nel suo genere.RiverFilm1

Iscrizioni chiuse al 30 marzo, è ora disponibile il programma del Festival con le circa 300 opere in concorso, suddivise in varie sezioni che verranno premiate distintamente: il miglior corto creato dalle scuole di cinema, il miglior corto italiano, il miglior corto internazionale, il miglior super corto, il miglior film documentario, il miglior film d’animazione, il miglior Festival of Festivals e il miglior corto da 100 secondi. Quest’ultima sezione, esistente solo dalla scorsa edizione, ha suscitato grande interesse per le infinite possibilità approvate dalla commissione che aveva inserito in gara filmati fatti tramite, fotocamere, smartphone, tablet e I-pad.

Come sempre, una delle grandi fonti di attrattiva della manifestazione è la totale libertà artistica concessa ai partecipanti. Come recita il regolamento: nessun film sarà discriminato oppure avvantaggiato per paese d'origine, lingua, età dell'autore, razza, genere, contenuto ideologico o budget produttivo, e sottoposto a qualsivoglia censura, se non quella stabilita dalla legge italiana in vigore. Se i vincoli di durata sono piuttosto stretti - e vanno dai 100 secondi ai 30 minuti - quelli della fantasia e della creatività sono pressoché inesistenti, sia in ambito stilistico che tematico.

Marco Mattiazzo

Le curiosità

Qualche curiosità per scoprire meglio l’International River Film Festival:

  • Il direttore artistico è Emilio Della Chiesa
  • I film sono stati ammessi in ogni lingua, purché sottotitolati in inglese.
  • L’intero catalogo del festival sarà disponibile a partire dal 15 maggio.
  • Sia la cerimonia d’apertura di giovedì 28 maggio, sia quella di chiusura, che si terrà il 13 giugno saranno trasmesse in streaming via web sul sito del festival
  • Pochi i finanziamenti quest’anno e allora è scattata una campagna di ricerca fondi per poter garantire anche alla nona edizione la completa gratuità degli eventi: chiunque può donare da uno a mille euro collegandosi al sito del festival.

RiverFilmLocandinaIl calendario:

  • Tre giornate, dal 29 al 31 maggio, saranno dedicate alla visione della sezione “Scuole di cinema”
  • Il primo giugno toccherà ai corti italiani
  • Dal 2 al 4 giugno ai corti internazionali
  • Il 5 giugno ai “supercorti”
  • Il 6 giugno ai “100 e + secondi”
  • Il 7 e l’8 giugno all’animazione
  • Il 9 e 10 giugno ai documentari

Info: www.riverfilmfestival.org

Da Londra all’Havana, le scuole di cinema protagoniste

Uno dei grandi vanti del River Film è sempre stato quello di offrire una vetrina di tutto rispetto a coloro che faticano a trovarla nel panorama audiovisivo del nostro tempo. In questo frangente è piuttosto esemplare che le prime tre giornate del festival siano dedicate agli studenti di cinema che in tutto il globo cercano di emergere nell’ambito della settima arte.

Dal 29 al 31 maggio: sono queste le giornate dedicate ai migliori talenti, ai migliori risultati accademici delle scuole di cinema di tutto il mondo. Nella prima giornata spiccano il prestigioso nome della London Film School con l’opera Fruit of the womb di Farnoosh Reznapour, la presenza di un piccolo stato come l’Estonia e la sua Baltic Media School, che presenta il lavoro Passion di Slavik Bihun, e soprattutto la rappresentanza italiana del nostro Centro Sperimentale di Cinematografia. L’accademia romana ha scelto di far concorrere Tommaso Landucci con il suo Bloodhound, già finalista all’undicesima edizione del Corto Dorico dello scorso dicembre.RiverFilm3

Nella seconda giornata dedicata alle scuole si attraversa l’Atlantico con il corto della University of Arts Habana di Cuba che presenta Yunaisy di Juan Pablo Daranas Molina. Di grande interesse anche le opere della Bezalel Academy of Arts and Design di Gerusalemme (Boundary Edge di Daria Pavlona Perelmuter) e della Kadir Has University Istambul (The wheel of time di Kagan Kerimoglu).

Nella terza giornata sarà molto ricca la partecipazione balcanica e dell’Est Europa, con la SAE Institute Belgrade che rappresenta la Serbia mediante il corto Match di Milena Cvetkovska. A pochi chilometri di distanza il Kosovo è capitanato da The sonata di Durim Kryeziu, iscritto alla University of Prishtina. Infine da segnalare l’opera rumena Start a new world di Luiza Pârvu, allieva della National University of Theatre and Film.

Punti di vista giovani, anche provenienti da mondi lontani, pronti a concorrere per entrare nell’albo d’oro della manifestazione che, nelle ultime tre edizioni, ha constatato la supremazia della scuola tedesca, che si è portata a casa il premio nel 2012, 2013 e 2014.

Giro del mondo attraverso i film

Sarà un vero e proprio giro del mondo attraverso le scuole di cinema quello che faranno gli spettatori dell’International River Film Festival. Le nazioni in gara sono:

  • venerdì 29 maggio: Olanda, Portogallo, Belgio, Italia, Ungheria, Estonia, Irlanda e Regno Unito
  • sabato 30 maggio Cuba, Canada, Israele, Turchia, Pakistan, Russia, Messico, Francia
  • domenica 31 maggio: Serbia, Spagna, Romania, Kosovo, Francia e Germania.

Le proiezioni delle opere inizieranno, come sempre, alle ore 22. La più breve ha durata 12 minuti, la più lunga non supera i 29 minuti.

About the author

Facebook Comments

You may also like

OFFI-CINE Veneto sulle ali del Leone

Alla 73° MOSTRA DEL CINEMA OFFI-CINE veneto ha