Mazzacurati inizia a fare i nomi

Mazzacurati inizia a fare i nomi

Galan

Sono ormai passati due anni da quando, in un'umida mattinata di giugno, Venezia si svegliò scoprendo che il suo sindaco, allora l'avvocato Giorgio Orsoni, era finito in manette, e assieme a lui altre 34 persone (mentre per un altro centinaio erano state avviate le indagini), tutti in qualche modo implicati in quello che verrà molto semplicemente indicato come “lo scandalo Mose”, ovvero un giro faraonico di corruzione, fondi neri, tangenti e consulenze fasulle imperniato attorno alla “grande opera della laguna”, il tanto contestato sistema di dighe mobili che da oltre dieci anni si spera possa essere la soluzione all'acqua alta veneziana; a distanza di venticinque mesi, comunque, l'incredibile matassa di illeciti e abusi ancora non risulta pienamente sbrogliata e lo stesso ingegnere Giovanni Mazzacurati, numero uno del Consorzio Venezia Nuova e principale teste di accusa nel processo ancora in corso, resta ben distante dalle aule italiane, rintanato nella sua abitazione negli Stati Uniti, da cui non si potrebbe muovere per “motivi di salute”.

...READ MORE

Facebook Comments

You may also like

OFFI-CINE Veneto sulle ali del Leone

Alla 73° MOSTRA DEL CINEMA OFFI-CINE veneto ha