Nuove frontiere: la terapia viaggia sul web

Nuove frontiere: la terapia viaggia sul web

- in Salute
396
0
LuisaBagagioloWeb_thmb

LuisaBagagioloWebPsicologi al passo con i tempi: il mondo si evolve e anche loro si adattano alle nuove tecnologie. Succede, per esempio, a Conegliano dove la dottoressa Luisa Bagagiolo, per decenni terapeuta nella Marca e nel vicino Friuli, oggi offre un nuovo tipo di consulenza: la terapia psicologica on line, attraverso Skype. La chiamano anche E-Therapy, lei preferisce parlare di un primo sostegno psicologico.

L’occasione è arrivata un po’ per caso. “Una paziente della mia città - racconta - ora a Salisburgo per lavoro mi ha contattata chiedendomi questo servizio. In passato mi era successo di fare qualche consulenza via posta, ma erano pazienti con cui comunque si era avviata prima una terapia in studio che andava solo conclusa. Ora, invece, ho sperimentato che sia la consulenza sia un certo tipo di cura possono passare anche attraverso strumenti non convenzionali”.

Sotto il profilo tecnico, ovviamente, sono indispensabili una buona connessione internet, un microfono e una webcam. Sul fronte delle patologie, invece, da subito si escludono per una terapia on line i pazienti con gravi disturbi psichiatrici, con scarso contatto con la realtà, con tendenze suicide, vittime di violenza o di abusi sessuali.

Tanti i vantaggi di poter usare il web. “Il servizio - prosegue la dottoressa - è riservato ai maggiorenni e nasce per rispondere alle esigenze di chi, fisicamente, non può venire in studio perché malato, disabile o lontano per studio o lavoro. Rispetto alla chat o al confronto via mail, Skype consente di superare un grosso limite: si può, infatti, sperimentare un’interazione diretta con il terapeuta e soprattutto utilizzare sia il linguaggio verbale che quello non verbale”. Se poi, una volta iniziata la terapia in studio, il paziente si deve allontanare per qualche motivo, non è necessario interrompere le sedute.

“La consulenza - spiega ancora - ha una durata limitata nel tempo, sufficiente a mettere a fuoco in tempi brevi il problema e a dare una prima risposta, valutando i modi migliori per far fronte al disagio e orientando, se e quando possibile, anche alle strutture pubbliche”.

Visto il successo di questa prima esperienza, ora lo sguardo si allarga. La psicologa è entrata in contatto con alcune associazioni di italiani residenti all’estero, offrendo una consulenza psicologica qualificata in madre lingua. E qualche risposta è cominciata già ad arrivare, dal Giappone e da Shangai, per esempio.

Questo tipo di prestazioni on line viene fornito nel rispetto delle norme professionali vigenti in Italia, previa identificazione dell’utente e autorizzazione al trattamento dei dati personali. Gli accordi, poi, su modalità, disponibilità di orari e pagamento in Italia si prendono direttamente per telefono, per chi, invece è all'estero, via Skype, con prima videochiamata gratuita.

Info: 347.9346185
Contatto Skype: luisa.bagagiolo

About the author

Facebook Comments

You may also like

OFFI-CINE Veneto sulle ali del Leone

Alla 73° MOSTRA DEL CINEMA OFFI-CINE veneto ha