Polizia di Stato. Massimo Olivotto è il nuovo dirigente del Commissariato di Polizia di Conegliano.

Polizia di Stato. Massimo Olivotto è il nuovo dirigente del Commissariato di Polizia di Conegliano.

- in Cronaca, Le ultime
50
0
questura di treviso

Massimo Olivotto, conosciuto dirigente trevigiano della Polizia di Stato è il nuovo responsabile del Commissariato di Polizia di Stato di Conegliano. Massimo Olivotto è stato ricevuto dal sindaco di Conegliano Fabio Chies, assieme al questore di Treviso, Maurizio Dalle Mura.  

All'incontro hanno preso parte anche il segretario generale Lorenzo Traina e il comandante della polizia locale Claudio Mallamace. Il Commissariato di Polizia di Conegliano era stato fortemente voluto dall'amministrazione Zambon per un miglior controllo del territorio dell'area pedemontana. Una scelta azzeccata in quanto la collaborazione e la sinergia tra le Forze dell'ordine a Conegliano ha offerto sin da subito risultati importanti sul fronte sicurezza e del controllo del territorio.

La condivisione delle apparecchiature tecnologiche e le modalità operative di controllo offrono fiducia ai cittadini che hanno sempre dimostrato considerazione nei confronti delle Forze dell'Ordine e una percezione alta del livello di sicurezza cittadino. Massimo Olivotto, entrato in servizio ufficialmente l'8 gennaio è andato a sostituire al comando del Commissariato di Conegliano il dottor Valerio Soldà. Il Questore di Treviso, nel presentare il nuovo dirigente, ha espresso un parere molto positivo sul Commissariato di Pubblica Sicurezza di Conegliano, ritenuto adeguato alle esigenze del territorio. L'incontro ha confermato la sensibilità e attenzione che la Questura offre nei confronti del territorio coneglianese. Il Comune di Conegliano peraltro ha sempre confermato tutta la disponibilità necessaria per continuare il rapporto già eccellente e l'importante azione per la tutela della sicurezza della comunità coneglianese.

 

Facebook Comments

You may also like

Sanità Regione Veneto. Sulle liste d’attesa il presidente Luca Zaia attiva una ispezione regionale “severa e rigorosa”.

Il Presidente della Regione ha dato mandato al