Prevenzione spaccio. Militari allontanano pusher a Mestre

Prevenzione spaccio. Militari allontanano pusher a Mestre

- in Cronaca, Le ultime
2108
0
militari mestre

Sta funzionando il nuovo piano di prevenzione per evitare lo spaccio a Mestre e dintorni. Una quarantina di soldati dell’Esercito è stato sguinzagliato in divisa e con in mano il mitra in giro per Mestre e dintorni già dalla giornata di ieri in rinforzo alle altre forze dell’ordine già impegnati nei controlli antidroga.

Il ministero della Difesa sta così contribuendo attivamente alla lotta contro lo spaccio di droghe leggere e pesanti che sta fortemente colpendo Mestre e Venezia.

Attualmente dunque i militari, tra soldati e carabinieri, impegnati nel territorio ammontano a 112 unità, divisi per squadre e per turni pomeridiani e serali.

Se fino ad oggi i cittadini erano abituati a vederli nelle zone centrali quali piazza Ferretto o in via Poerio, da ieri i militari sono stati impiegati anche nel quartiere Piave e di fronte alla stazione ferroviaria, in via Salettuol, via Trento e via Monte San Michele, al parco Albanese ed infine alla Bissuola.

La prima giornata ha prodotto ottimi risultati, in quanto la grossa quantità di pusher che di solito batte le zone sopracitate non si è fatta vedere, probabilmente spaventata dal grosso movimento dei soldati in divisa.

Matteo Venturini

Facebook Comments

You may also like

Referendum separatista a Mestre, manifesto per il doppio si

Si è fatto sentire ieri il Movimento Autonomia