Pusher scappa: la polizia lo acciuffa e Hitch scova il suo rifugio

Pusher scappa: la polizia lo acciuffa e Hitch scova il suo rifugio

- in Le ultime
68
0
POLIZIA 1

Nella serata di ieri, il Nucleo Polizia Giudiziaria del Comando Polizia Locale di Treviso ha effettuato un’attività volta al contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti con l’ausilio dell’unità cinofila.
Diverse le zone controllate dagli agenti in borghese, fra cui la Pescheria, Piazza Giustiniani, Piazza Santa Maria dei Battuti e Stazione. Nelle prime tre aree non si sono rilevate irregolarità, mentre in via Roma veniva individuato un cittadino nigeriano W.M. di 39 anni, già noto per precedenti di spaccio risalenti alla scorsa estate, mentre cedeva stupefacente ad un quarantenne napoletano residente in Provincia di Treviso.

Una volta fermato, lo straniero tentando di fuggire dagli agenti li colpiva con calci e pugni ma alla fine veniva bloccato ed arrestato, per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e spaccio di sostanze stupefacenti.
Nel controllo intervenivano anche i militari dell’Esercito impiegati nell’operazione Strade Sicure che davano supporto agli Agenti di PL per avere la meglio sul nigeriano alquanto corpulento ed agitato.
Il fiuto del cane Hitch permetteva di rinvenire il nascondiglio del pusher, dove occultava diverse confezioni di marijuana e cocaina pronte per essere vendute.
Il pusher trascorreva quindi la notte nella cella di sicurezza del Comando e questa mattina si celebrerà il processo per direttissima.

Continua pertanto il grande sforzo della polizia locale, guidata dal comandante Maurizio Tondato, nel controllo del territorio che, in concorso con le Forze di Polizia ad ordinamento statale, contribuisce a rendere sicura e vivibile la città.
"Il mio plauso alla nostra polizia locale per questo nuovo intervento che si inserisce in una attività pianificata volta a contrastare lo spaccio e l'assuzione di sostanze stupefacenti. Un'attività svolta con continuità e mirata, grazie alle preziose segnalazioni del controllo di vicinato che permette di attenzionare un'area definita e che conferma come altre zone non presentino problematicità da questo punto di vista, dalla Pescheria a Piazza Santa Maria dei Battuti".

Facebook Comments

You may also like

Teatro e musica all’Università della terza età

“Treviso, Musica dal vivo”, rassegna della Università Popolare