Rinnovato l’accordo tra Comune di Treviso e CamCom

Rinnovato l’accordo tra Comune di Treviso e CamCom

- in Cronaca, Le ultime
184
0
SUAP-SportelloUnicoAttivitaProduttive

E’ stato rinnovato il protocollo d’intesa tra il Comune di Treviso – Assessorato alla Semplificazione, Sviluppo e Crescita e la Camera di Commercio di Treviso, che dal 16 maggio è divenuta Camera di Commercio di Treviso – Belluno, per la gestione dello Sportello Unico Attività Produttive  (SUAP) del Comune.

Con questo accordo i due Enti rinnovano l’impegno a collaborare nella gestione telematica dello Sportello Unico (SUAP) mediante l’utilizzo dei servizi della piattaforma informatica messa a punto dal sistema camerale ed accessibile dal portale www.impresainungiono.gov.it

Si tratta di un impegno che in questi anni ha portato notevoli risultati in termini di rapidità, semplificazione, riduzione delle spese nei procedimenti di avvio e gestione delle attività d’impresa, anche di natura edilizia, che ogni utente può ottenere e verificare accedendo al portale.

Lo sportello unico di Treviso, che è stato primo in Italia negli anni 2013-14 per numero di pratiche gestite tramite la scrivania, è passato dalle 1961 pervenute nel 2013, alle 2618 del 2014 ed alle 2831 del 2015 (+44% rispetto al 2013). Circa 500 pratiche, solo lo scorso anno, hanno riguardato procedimenti edilizi, anche complessi che, mediante lo strumento informatico, si sono potuti concludere in tempi brevi (anche 30 giorni) con grande soddisfazione delle imprese richiedenti.

La scelta del Comune di Treviso di avvalersi della piattaforma telematica del SUAP camerale si inserisce nel più ampio progetto nazionale e regionale volto a garantire uniformità di regole e procedure a tutti gli utenti. E’ stato, infatti, firmato il 27 aprile 2016 il Protocollo Anci-Unioncamere che fissa l’obiettivo di estendere l’utilizzo della piattaforma informatica camerale, sviluppata da Infocamere, al maggior numero di Comuni italiani, affinché gli adempimenti svolti dagli imprenditori per l’avvio e l’esercizio della propria attività siano non solo interamente digitali, ma anche omogenei e standardizzati. Sono, infatti, 3.390 i Comuni italiani (il 40% del totale) che, sulla base di un rapporto di delega o di convenzione con le Camere di Commercio, hanno adottato la piattaforma.

Nella Regione Veneto sono attualmente 502 su 579 (87%) i Comuni che hanno scelto la piattaforma camerale per la gestione telematica dei loro SUAP.

Matteo Venturini

Facebook Comments

You may also like

Referendum separatista a Mestre, manifesto per il doppio si

Si è fatto sentire ieri il Movimento Autonomia