TG+ 23 marzo

TG+ 23 marzo

- in Elenco edizioni TG+, Le ultime
145
0
Featured Video Play Icon

Le principali notizie di oggi:

  • Londra, anche due classi del Pio X – Gita scolastica prosegue nonostante l’attentato
    C’erano anche due classi di terza media del Pio X di Treviso ieri a Londra, quando Westminster è stata colpita da un attacco terroristico. I ragazzi si trovavano a pochi minuti dal Parlamento e inizialmente non si sono accorti di nulla. Ora, dopo un pomeriggio di parapiglia nei gruppi WhatsApp tra gli alunni in Inghilterra e i genitori qui a Treviso, la gita scolastica prosegue fino a sabato, come da programma originale.
  • Disastro banche, 600.000€ per vittime – Regione paga spese legali e psicoterapeutiche
    La Regione Veneto ha stanziato mezzo milione di Euro per l’assistenza legale ai piccoli risparmiatori colpiti dal tracollo di Popolare di Vicenza e Veneto Banca, più altri 100.000 destinati al sostegno psicologico delle famiglie più martoriate.
  • Sicurezza, il nuovo piano – Nova Marghera presiederà cimiteri e giardini
    Dopo l’incontro tra i sindaci della Marca e il Ministro dell’Interno Minniti, che ha spinto sull’obiettivo della cosiddetta “Accoglienza Diffusa”, la quale prevede un massimo di 3 migranti ogni 1000 cittadini, oggi inizia la sorveglianza sulle aree verdi più dedicate: personale di Nova Marghera Facility allontanerà i profughi della Caserma Serena dal cimitero di S. Lazzaro.
  • Iscriviti al Social TG+
    Iscriviti al Social TG+
    Iscriviti al Social TG+
  • De Poli cerca il successore di Pagotto – Cassamarca, 3 nomi per il Consiglio di Indirizzo
    Per sostituire Carlo Pagotto, polemicamente dimessosi a febbraio dal CDI di Fondazione Cassamarca, dove rappresentava la Camera di Commercio Treviso-Belluno, ora si fanno i nomi di 3 candidati: si tratta di Fulvio Brunetta, Rino Rinaldin e Rossella da Ros. Nel frattempo Dino De Poli rimane al centro delle polemiche.
  • Video hard minorenni – Processo a Castelfranco per violenza sessuale aggravata
    Al Tribunale dei Minori di Castelfranco è stato appena instaurato il procedimento penale contro i tre minorenni che avevano filmato e diffuso sui social il video a luci rosse girato in un garage con una ragazzina tredicenne. Due i capi d’accusa: violenza sessuale aggravata dall’età infraquattordicenne della vittima, e diffusione di materiale pedopornografico.

Facebook Comments

You may also like

social TG+ 18 gennaio ed. sera

Prima picchiato, poi condannato – il controllore che