Ottava sinfonia: la De’ Longhi vola

Ottava sinfonia: la De’ Longhi vola

- in Le ultime
180
0
47393163_10156984751537940_1328086192381493248_n

Vince e convince, la De' Longhi. Condotta da un Maalik Wayns finalmente convincente (19 punti, 5 assist, +25 di plus/minus) la squadra biancoceleste schianta Imola con una prestazione tutto fosforo. Il turno infrasettimanale, recupero della 10^ giornata, consegna quindi a coach Menetti due punti d'oro nella rincorsa alla Fortitudo. Un risultato, quello di TVB, figlio di una prestazione corale, con tutti (o quasi) i giocatori coinvolti in campo e con una cabina di regia diffusa davvero efficace.

Lo strappo decisivo arriva nella ripresa. Dopo un primo tempo quasi interlocutorio, con un paio di break dei padroni di casa ed una reazione dell'Andrea Costa a metà secondo quarto, è la pioggia di bombe di Wayns, Lombardi ed Alviti a scavare il solco decisivo. Specialmente l'americano ex Joventud affossa le ultime speranze degli ospiti: nonostante il 9-0 chiuso da Emanuele Rossi in apertura di ultima frazione per il -10 (70-60) è proprio il play a spegnere ogni entusiasmo biancorosso colpendo dall'arco e riaprendo poi la manovra per le incursioni di Burnett e di Lombardi.

Tutti soddisfatti ovviamente alla fine. Anche in vista del big match domenicale contro Forlì. "Stiamo attraversando un buon momento di forma - è il commento del n.21 biancoceleste - I risultati si vedono. Il -2 rispetto alla Fortitudo? Non ci pensiamo".  "Peccato per le distrazioni accusate nel secondo quarto - analizza invece coach Menetti - Contro la zona dell'Andrea Costa abbiamo faticato. Mi sono piaciuti i restanti 30 minuti di altissim

47393163_10156984751537940_1328086192381493248_n

a intensità ma non possiamo permetterci con nessuno un quarto da 27 punti subiti. E non mi sono piaciute ovviamente le 16 palle perse, un fondamentale che si conferma una lacuna. Questa partita ci conferma i progressi finora registrati ma dobbiamo capire come trarre insegnamento da tutto ciò in vista del confronto con l'Unieuro".

DE' LONGHI - LE NATURELLE 89-70

TREVISO: Wayns 19 (4/5, 3/7), Burnett 18 (6/7, 2/4), Alviti 13 (3/3, 2/4), Lombardi 16 (5/5, 2/3), Tessitori 3 (1/4, 0/1); Sarto 0 (0/1, 0/1), Antonutti 9 (2/3, 1/2), Imbrò 3 (0/2, 1/3), Chillo 4 (2/4 da 2), Uglietti 4 (1/1 da 3). Ne: Tomassini, Barbante, Listuzzi. All.: Menetti

LE NATURELLE: Fultz 13 (2/2, 2/6), Bowers 2 (1/4, 0/2), Magrini 6 (2/2, 0/2), Raymond 10 (3/6, 1/1), Simioni 6 (3/5, 0/2); Ndaw, Montanari 6 (2/5 da 3), Crow 14 (4/7, 1/4), Wiltshire, Rossi 13 (5/7 da 2). All.: Di Paolantonio

ARBITRI: Gagliardi, Chersicla, Almerigoga

NOTE: pq 22-12, sq 47-39, tq 70-51. Tiri liberi: TV 7/10, Imola 12/18. Rimbalzi: TV 10+24 (Tessitori 3+3), Imola 7+15 (Magrini 1+4). Assist: TV 22 (Burnett, Wayns 5), Imola 13 (Bowers 5). Spettatori: 3688

Quintetto ideale: Wayns, Burnett, Alviti, Lombardi, Rossi.

About the author

Facebook Comments

You may also like

Luigi Garofalo nuovo presidente di Fondazione Cassamarca

L'era De Poli in Fondazione Cassamarca è ufficialmente finita. Da