La Transadriatica - foto di repertorio
La Transadriatica - foto di repertorio

Dopo due anni di stop a causa della pandemia, dal 9 al 12 giugno, torna la Transadriatica, la veleggiata in notturna in due tappe tra Venezia e Cittanova d’Istria giunta alla 37^ edizione.

La presentazione della storica manifestazione organizzata dal Diporto Velico veneziano, con il patrocinio del Comune di Venezia, si è svolta questa mattina nell’ambito del Salone nautico.

All’appuntamento hanno partecipato in rappresentanza dell’Amministrazione l’assessore ai Lavori pubblici insieme al vicesindaco e assessore allo Sport. Presenti Enrico Catarra e David Buttignol, rispettivamente presidente e direttore sportivo del Diporto Velico veneziano, insieme a Sergio Stojnic presidente autorità portuale Cittanova e Vesna Ferenac responsabile Apt della cittadina istriana.

La peculiarità della regata, che prevede la partecipazione di circa 40 imbarcazioni, consiste infatti nell’unire le due città all’insegna dei valori dell’amicizia, dello sport, dell’ambiente.

La partenza delle imbarcazioni, dalla zona di mare immediatamente a sud della diga di Lido – S Nicolò, è prevista per giovedì 9 giugno alle ore 20.30 con passaggio obbligato per tutte le imbarcazioni alla sinistra della boa Mambo 2 ed arrivo tra la diga foranea del porto di Cittanova e una boa/gavitello arancio il giorno successivo.

Dopo un giorno di riposo nella cittadina di Novigrad, i regatanti ripartiranno per la seconda manche l’11 giugno alla volta di Venezia. Le imbarcazioni dovranno obbligatoriamente navigare entro le 6 miglia dalla costa.

Ad attendere il vincitore il trofeo in legno realizzato dallo scultore Livio De Marchi.