Avvicinarsi al bello e goderne, curare le bellezze artistiche cittadine e mettere alla prova la propria creatività. Sono gli obiettivi del festival ‘Dentro l’Arte 2021. Nutrirsi di bellezza’: un mese di eventi, laboratori e percorsi formativi per ragazzi, adulti e famiglie organizzati dal Centro di ricerca e servizi Barchetta Blu. Un’iniziativa realizzata con il patrocinio dell’assessorato alle Politiche educative del Comune di Venezia e inserita nel calendario delle Città in festa. L’evento è stato presentato stamani nel corso di una conferenza a Ca’ Farsetti.

‘Dentro l’Arte’, giunto alla sua sesta edizione, si svolgerà a Venezia dal 22 ottobre al 21 novembre con tante attività in presenza. Il suo cartellone, denso di appuntamenti, è concepito con il proposito di integrare l’arte nella vita di tutti i giorni dei suoi fruitori, per migliorare il loro equilibrio psicofisico, come ha spiegato stamani la sua coordinatrice, Marina Zulian dello staff ‘Dentro l’Arte’ di Barchetta Blu. Si svolgerà in musei, biblioteche e spazi culturali cittadini. Le varie sezioni del programma si rivolgono a scuole e famiglie, ma anche agli adulti “che da tempo reclamavano attività formative dedicate solo a loro” come è stato sottolineato.

L’assessore alle Politiche educative ha spiegato, nel corso dell’incontro, come mai il Comune ha scelto di inserire il festival nel calendario delle Città in festa: “La particolarità di Barchetta Blu è la sua capacità, non da tutti, di declinare un tema sotto tanti punti di vista e sfaccettature, mettendo insieme più soggetti. Un’abilità che aiuta a raggiungere persone diverse tra loro. Questo è il valore aggiunto delle associazioni che arricchiscono la comunità cittadina e riescono ad arrivare laddove l’ente locale per sua natura fa difficoltà. In che modo? Con delle opportunità sane di aggregazione che, in aggiunta, stimolano culturalmente”.

Laura Besio ha sottolineato poi la centralità della collaborazione tra Barchetta Blu e il Comune per l’educazione dei più piccoli: “Oggi il tema è ‘Nutrirsi di bellezza’: a parlare di arte, educazione e bellezza è uno staff composto da una rete territoriale consolidata, che si rivolge a tantissimi destinatari, bambini, adolescenti, famiglie, adulti e appassionati d’arte in generale. Raccontare l’arte ai bambini è importante: già da piccoli ci si avvicina a questi temi in classe e apprezziamo che abbiate coinvolto le scuole. Con Barchetta Blu abbiamo una collaborazione attiva da 22 anni”.

Tra i vari laboratori e atelier in cartellone c’è spazio per i piccolissimi, iscritti a nidi e scuole dell’infanzia con una serie di attività ispirate ai grandi artisti e alle diverse tecniche. Per i bambini dai 3 ai 10 anni invece, la Rete delle Biblioteche veneziane organizza una serie di racconti e letture ad alta voce.

Una sezione del festival è dedicata alle scuole e comprende visite, laboratori e atelier in presenza e a distanza gratuiti, ma con un contributo all’ingresso in alcuni casi. Gli insegnanti possono prenotare (al numero 0412413551 o scrivendo a info@barchettablu.it). “Crediamo che tutti i giorni si debba fare arte in senso ampio a scuola” ha detto in proposito Marina Zulian. Ad esempio, si svolge alla Casa dei Tre Oci il percorso “Scattare il possibile e l’impossibile” rivolto agli alunni di primaria e secondaria (di 1° e 2°) e anche il laboratorio ‘Il fotografo che sapeva fotografare tutto’ per la secondaria di 2°. Ma ci sono attività in programma alla Fondazione Querini Stampalia, nella Galleria di piazza San Marco della Fondazione Bevilacqua la Masa e all’Università Ca’ Foscari.

Nel caso in cui le scuole non riescano a raggiungere i musei, lo staff ‘Dentro l’Arte’ entra nelle classi con i suoi operatori, per raccontare con videoclip e videoletture le opere e le storie di grandi artisti con attività laboratoriali e in alcuni casi anche un vernisasage finale a scuola. Le attività sono condotte dalla storica dell’arte e art conselor Silvia Pichi, che stamani ha illustrato i vari appuntamenti insieme a Sabina Italiano, esperta in letteratura per l’infanzia e laboratori artistici.

Tanti sono anche i percorsi formativi gratuiti per gli adulti, come ad esempio un webinar sul potere dell’arte rivolto a insegnanti, educatori, operatori museali e appassionati d’arte. Ma anche un’esperienza realizzata con l’Associazione Italiana Formatori, di cui ha parlato stamani la presidente della sezione veneta Margherita Da Cortà Fumei. E ancora un corso di disegno, tenuto dall’illustratrice Maria Gianola nella Canonica di San Giacomo dell’Orio, dedicato anche agli insegnanti della scuola primaria.

Comprende l’arte ma anche la musica invece ‘Il salotto musicale’, percorso con visita guidata a Palazzo Marin, edificio del 1500, e poi al termine concerto di musica da camera, come ha spiegato la sua ideatrice, la musicista Francesca Canova.

Il cartellone del festival Dentro l’Arte 2021 si arricchisce inoltre di molte altre proposte a cura delle principali istituzioni culturali e museali cittadine: Fondazione Musei Civici di Venezia, le Stanze del Vetro e Artsystem, Palazzetto Bru Zane, Collezione Peggy Guggenheim, Galleria Franchetti alla Ca’ D’Oro, Fondazione Bevilacqua La Masa, Palazzo Marin, Bottega Cini. Il programma completo si può consultare sul sito www.barchettablu.it.