Astoria riceve il Premio Speciale Ecofriendly Vinibuoni 2020

Astoria riceve il Premio Speciale Ecofriendly Vinibuoni 2020

- in Food and beverages, Le ultime
162
0
Giorgio Polegato (Astoria) riceve il premio Ecofriendly da Carlos Santos (Amorim)Giorgio Polegato (Astoria) riceve il premio Ecofriendly da Carlos Santos (Amorim)

Astoria, l’azienda vinicola della famiglia Polegato, si aggiudica il Premio Speciale Ecofriendly Vinibuoni 2020, assegnato ai territori coinvolti nel progetto ‘Biowine’ (Biological Wine Innovative Enviroment). L’importante riconoscimento viene conferito dalla guida Vinibuoni d’Italia in collaborazione con i partner Verallia, Repower e Amorim Cork Italia (marchio leader nella produzione di tappi in sughero naturale, con sede a Conegliano). Il premio della storica guida, edita dal Touring Club Italiano, è stato consegnato a quattro aziende nel corso della presentazione dell’edizione 2020 della pubblicazione, ospitata nell’ambito della 28esima edizione del Merano Wine Festival (8-12 novembre).

La guida, che è dedicata solo ai vini da vitigni autoctoni (cioè vini prodotti al 100% da vitigni presenti nella penisola italiana da oltre 300 anni) ha introdotto questo premio per segnalare le aziende che si sono distinte in materia di sostenibilità. Come ha spiegato il curatore scientifico di Biowine, Giovanni QuarantaEcofriendly E’ un riconoscimento che va a un grande salto culturale; la scommessa della sostenibilità ambientale viene coniugata alla sostenibilità economica e sociale.”  

download

Il Premio Ecofriendly valuta infatti un impegno a 360°, dall’abbattimento dei consumi alla riduzione delle sostanze inquinanti, al riutilizzo degli scarti. Lo stesso principio che guida la certificazione di sostenibilità ambientale SQNPI adottata da Astoria dal 2018“Un premio di cui siamo molto fieri – spiega Giorgio Polegato – perché crediamo nel valore della certificazione SQNPI, che tutela l’uva, il vigneto e tutto il territorio. Il fatto che anche i nostri conferitori stiano aderendo al nostro progetto mostra come questa sensibilità sia diffusa: già dalla prossima vendemmia tutti i nostri Prosecco potranno avere il simbolo dell’ape sulle bottiglie.”

Il progetto ‘Biowine’ – finanziato nell’ambito del Pon Governance 2014/2020 su iniziativa dell’Agenzia per la Coesione Sociale, in virtù del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale dell’unione Europea – coinvolge importanti realtà vitivinicole del Veneto, della Campania e della Basilicata e rappresenta un importante esempio di trasferimento di know-how e buone pratiche sui temi dell’innovazione tecnologica in agricoltura, della tutela dell’ambiente e del marketing territoriale. Interessati, quale Ente cedente della buona pratica il Comune di San Pietro di Feletto dell’area Docg Conegliano-Valdobbiadene (in cui ha sede Astoria) e quali Enti Riusanti alcuni comuni che appartengono alle aree del Sannio, del Cilento e della Val d’Agri (Guardia Sanframondi – Ente Capofila, Castelvenere, Sant’Agata de’ Goti e Solopaca in provincia di Benevento; Caggiano e Sant’Angelo a Fasanella in provincia di Salerno; Castelfranci in provincia di Avellino; Roccanova e Grumento Nova in provincia di Potenza).

Una giornata doppiamente speciale per Astoria, perché il “Casa Vittorino” Valdobbiadene Prosecco DOCG Brut è stato inserito nella Guida ViniBuoni d’Italia 2020 con la “corona”, che rappresenta il massimo riconoscimento conferito dalla pubblicazione. La qualità in vigneto si traduce anche nella qualità offerta ai consumatori.

Facebook Comments

Leggi anche

Premio “Adamo Digiuno” a Tangari, miglior chef emergente

“Adamo Digiuno“, un nome alquanto originale per il