Beccata in Feltrina la prima eco-vandala del 2020: 1200 euro di multa

Beccata in Feltrina la prima eco-vandala del 2020: 1200 euro di multa

- in Le ultime, Treviso
80
0
EcovandaloFeltrina2

Una giovane eco-vandala è stata individuata e sanzionata dalla Polizia Locale di Treviso sulla strada Feltrina.

Il fatto è accaduto ieri mattina intorno alle 7.30: il personale del Comando di via Castello d’Amore, durante il servizio quotidiano di vigilanza del territorio, ha notato tre sacchetti abbandonati lungo la via. Immediata la richiesta di recupero dell’immondizia a Contarina per la pulizia dell’area così come veloce è stata l’analisi delle immagini di una foto-trappola posizionata nelle vicinanze.

Le prove fotografiche non hanno lasciato dubbi: i tre sacchetti, uno dei quali anche di grandi dimensioni hanno portato ad individuare un unico responsabile, una 30enne che risiede nelle vicinanze del luogo del deposito. Per la donna sono scattate quindi tre sanzioni da 400 euro, uno per ogni deposito non autorizzato per un totale di 1.200 euro, come previsto dalla normativa vigente.

«Sono i primi verbali da 400 euro che vengono staccati nel 2020», evidenzia il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo. «Questi seguono gli altri tre elevati tra novembre e dicembre. Ora per questa famiglia scatteranno i controlli sul pagamento delle tasse sui rifiuti».  La lotta agli eco-vandali è quotidiana: il nucleo antidegrado effettua servizi in borghese per sorprendere chi abbandona rifiuti in modo irregolare e sta piazzando nuove fototrappole sul territorio: «Ringrazio la Polizia Locale e gli ispettori di Priula per l’intervento e la collaborazione», le parole del sindaco Mario Conte. «Invitiamo i cittadini a segnalare ogni abbandono irregolare di rifiuti rivolgendosi al Comando: grazie alla collaborazione di tutti sarà possibile arginare e sanzionare la mancanza di senso civico e la maleducazione di alcune persone».

Facebook Comments

Leggi anche

Olimpiadi dei cuochi, a Stoccarda trionfa anche la formazione veneta

L’assessore regionale alla formazione del Veneto si complimenta