Biennale, Cinquestelle non vogliono Baratta e Zaia prende posizione

Biennale, Cinquestelle non vogliono Baratta e Zaia prende posizione

- in Cultura, Le ultime, Regione veneto, Venezia
124
0
labiennale_hp

“E’ sorprendente la linea dei Cinque Stelle contrari ad ogni ipotesi di deroga alla conferma del presidente Baratta alla guida della Biennale di Venezia. Questa non è la Società Autostrade, non gode di concessione. Se una cosa funziona, e questa istituzione culturale certamente ci riesce, dobbiamo fare in modo che continui”.

Lo afferma il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, commentando l’indisponibilità manifestata dal Movimento Cinque Stelle a confermare Paolo Baratta alla presidenza dell’istituzione culturale veneziana.

“Anche la presa di posizione dell’ex ministro Alberto Bonisoli – continua Zaia -, uomo di punta del mondo della cultura, che afferma di vedere con favore una proroga al mandato di Baratta, è la prova che i pentastellati sono proprio fuori strada”.

“Abbiamo una Biennale con i conti a posto, una Mostra del Cinema in grande spolvero, le esposizioni di Arte e Architettura con una visibilità mediatica internazionale unica – sottolinea il Presidente veneto – e non si capisce per quale motivo non si debba continuare su questa strada. Considerato che il problema non dovrebbe essere di matrice politica, se i Cinque Stelle conoscono situazioni di malfunzionamento o motivi per cui si renda  necessario interrompere questa esperienza positiva, lo dicano subito e soprattutto lo facciano pubblicamente”.

Facebook Comments

Leggi anche

In arrivo sei tende attrezzate negli ospedali trevigiani

L’Ulss 2 non ha registrato, finora, alcun caso