Bonus accoglienza. Casier investe sul sostegno all’occupazione

Bonus accoglienza. Casier investe sul sostegno all’occupazione

- in Le ultime, Treviso
88
0
127_Casier_tv
Anche quest'anno Casier investe sul sostegno all'occupazione. Quindicimila euro di incentivi a fondo perduto per le imprese locali e limitrofe che effettuano assunzioni di personale residente. 
L'obiettivo di sostenere fattivamente l'occupazione con la concessione di contributi a fondo perduto a chi sceglie di assumere, a tempo determinato o indeterminato, specifiche tipologie di lavoratori è il modo con cui il Comune di Casier ha deciso di erogare anche quest'anno 15 mila euro per favorire la crescita occupazionale nell'ambito del proprio territorio comunale attraverso un nuovo bando, per valorizzare e non disperdere il capitale umano, per incrementare l'attrattività della zona e per sostenere le iniziative imprenditoriali locali.
Si tratta di un'iniziativa già lanciata nel 2017 (per un ammontare di 30 mila euro) e che anche quest'anno va ad utilizzare i fondi che derivano dal contributo straordinario per l'accoglienza dei migranti113 mila euro assegnati al Comune di Casier dalla Legge di Stabilità 2017. Una quota inferiore rispetto all'anno precedente (131 mila euro relativi al 2016) in quanto è diminuito il numero dei richiedenti asilo ospitati nel centro di accoglienza straordinaria della ex caserma Serena.
Il contributo economico è rivolto ai titolari di imprese con quota di controllo posseduta da privati, costituite come società di capitali o società cooperative o ancora come società di persone, comprese le imprese individuali che vogliano attivare dei contratti di lavoro subordinato. Imprese che operano a Casier o nei comuni limitrofi, in regola con la normativa degli aiuti di Stato in regime di "de minimis", con l'applicazione del contratto collettivo nazionale di lavoro, con la normativa in materia di sicurezza del lavoro, con le assunzioni previste dalla Legge 68/1999 relative alle assunzioni dei disabili. E ovviamente non in uno stato di fallimento, liquidazione coatta o volontaria, e in concordato preventivo. Né avere avuto procedure di licenziamento collettivo nell'ultimo anno.
Obiettivo è l'assunzione a tempo determinato o indeterminato di alcune categorie di lavoratori: le donne senza impiego regolarmente retribuito, i giovani in cerca di prima occupazione o privi di un impiego regolare, i lavoratori licenziati a partire dal 01.01.2008. Tutti i beneficiari devono essere residenti a Casier.
Il bando, che scadrà il primo ottobre prossimo, assegna 3 mila euro a ciascuna azienda che assume a tempo indeterminato; 1.500 euro se il contratto sarà a tempo determinato, purché non inferiore ai 12 mesi. Nel caso di adulti licenziati da impieghi precedenti le somme scendono, nell'ordine, a duemila e mille euro.

Facebook Comments

You may also like

Neoplasie urologiche, nuove tecniche all’ospedale di Conegliano

Neoplasie urologiche, l’Ospedale di Conegliano punta, grazie alla