Concerti di Natale, Matteo Macchioni a San Nicolò

Concerti di Natale, Matteo Macchioni a San Nicolò

- in Le ultime, musica
37
0
Matteo Macchioni_b

E’ una delle giovani voci più brillanti del panorama lirico nazionale. Matteo Macchioni, tenore emiliano, venerdì 6 dicembre (ore 20, ingresso libero) si esibirà nel programma dei “Concerti di Natale” nel Tempio di San Nicolò a Treviso, con un programma di brani dal repertorio di  Rossini, Gounod, Schubert, Leonard Bernstein e tanti altri.La tappa di Treviso è la seconda dei quattro appuntamenti di musica sacra, in alcune delle più suggestive e storiche chiese d’Italia. Matteo Macchioni la sera del 9 dicembre si esibirà nella Basilica di Santo Spirito a Firenze e martedì 10  nella Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola a Roma. Il concerto è organizzato da Boutique Eventi e promosso da Banca Generali Private insieme a Porsche.

Matteo Macchioni _b

A Treviso, il giovane tenore emiliano sarà accompagnato dalla pianista Mirca Rosciani, dal soprano Francesca Tassinari e dal violinista Gennaro Desiderio .«L’idea di esibirmi in un repertorio di musica sacra all’interno delle chiese d’Italia la coltivo da diverso tempo – dichiara Matteo Macchioni –  Grazie al lavoro di Boutique Eventi e al supporto dei partner è stato possibile dar vita a questa idea: poter fare arte e musica in luoghi di culto, poterla proporre gratuitamente dando però un’alta qualità ed eccellenza artistica. Penso che sia qualcosa di bello che le persone ricorderanno. Il prototipo di questo concerto è stato realizzato lo scorso anno a Carpi, con altissima partecipazione. Quest’anno ampliamo gli orizzonti a varie città italiane e ne sono molto felice». Francesca Tassinari proporrà brani solistici come l’Inflammatus et accensus, tratto dallo Stabat Mater di Gioacchino Rossini, e duetti con il tenore.

La locandina del concerto
La locandina del concerto

Matteo Macchioni è nato  Sassuolo ed ha iniziato fin da bambino a studiare musica.  Nel 2007 consegue, con il massimo dei voti, il diploma accademico di secondo livello in pianoforte, coltivando parallelamente lo studio e la passione per il canto lirico. Dopo il debutto nel 2010 al Teatro Giuseppe Verdi di Salerno nel ruolo di Nemorino dall’Elisir d’amore di Gaetano Donizetti, diretto dal Maestro Daniel Oren e dopo aver calcato i palcoscenici di alcuni importanti teatri d’Italia, interpretando ruoli di rilievo in celebri opere liriche (Ernesto nel “Don Pasquale” di Gaetano Donizetti al Luglio Musicale Trapanese, il Conte di Almaviva nel “Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini allo Stresa Festival e le performance al Teatro Sociale di Como, al Teatro Faschini di Pavia, al Teatro Ponchielli di Cremona e al Teatro Verdi di Sassari), si esibisce nel ruolo del Conte d’Almaviva ne “Il barbiere di Siviglia” al Teatro del Bicentenario di Lèon (Messico), al Teatro Semperoper di Dresda (Germania) e alla Royal Danish Opera House di Copenaghen (Danimarca), fino a proseguire con le interpretazioni di Don Ramiro in “La Cenerentola” di Gioachino Rossini alla Oper Leipzig (Germania) e alla Welsh National Opera (Regno Unito).

Nel 2017 debutta al Teatro alla Scala di Milano ne “La gazza ladra” di Rossini (Isacco), diretta da Riccardo Chailly per la regia di Gabriele Salvatores. Tra i suoi impegni più recenti si ricorda l’interpretazione al Teatro Carlo Felice di Genova nel ruolo di Ernesto dal “Don Pasquale” di Gaetano DonizettiDon Ottavio dal “Don giovanni” di Mozart al Theater Freiburg“Guillaume Tell” di Rossini al Festival di Erl. Nel mese di novembre Matteo ha debuttato al Royal Danish Theatre nel ruolo di Ferrando nel “Così fan tutte” di Mozart, riscuotendo grande successo. Informazioni www.matteomacchioni.com

 

Facebook Comments

Leggi anche

Treviso Slow Wine, 105 espositori e bordolesi al BHR

Treviso Slow Wine domenica 26 gennaio 2020 torna, per il settimo