Il Consiglio Metropolitano di Venezia
Il Consiglio Metropolitano di Venezia

Il Sindaco della Città metropolitana Luigi Brugnaro ha firmato oggi il decreto che sancisce il rinvio delle elezioni per il rinnovo del Consiglio metropolitano, precedentemente convocato per il 21 marzo prossimo.

Un atto dovuto in conseguenza all’approvazione dell’emendamento alla Legge del 27 novembre 2020 cosiddetta “Milleproroghe” di conversione al Decreto Legge 125/2020 che prevede l’attuazione di “Misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19, per il differimento di consultazioni elettorali per l’anno 2020 e per la continuità operativa del sistema di allerta COVID, nonché per l’attuazione della direttiva (UE) 2020/39 del 3 giugno 2020, e disposizioni urgenti in materia di riscossione elettorale”.

La legge approvata in Parlamento il 26 febbraio scorso e pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 1 marzo 2021 sancisce ora “il rinvio delle consultazioni elettorali – anche se indette – mediante l’integrale rinnovo del relativo procedimento elettorale entro sessanta giorni dalla data dell’ultima proclamazione degli eletti nei comuni della città metropolitana che partecipano al turno annuale delle elezioni amministrative all’anno 2021”.

Per conoscere la nuova data della convocazione delle elezioni per il rinnovo del Consiglio metropolitano servirà, dunque, attendere l’esito del voto degli 11 comuni metropolitani interessati: Campolongo Maggiore, Caorle, Cavarzere, Dolo, Fiesso d’Artico, Fossò, Musile di Piave, Quarto d’Altino, San Michele al Tagliamento, Vigonovo e Chioggia, unico comune al di sopra dei 15mila abitanti in cui è previsto un eventuale ballottaggio.