Il Gruppo d’Archi Veneto per il concerto di S. Cecilia

Il Gruppo d’Archi Veneto per il concerto di S. Cecilia

- in Cultura, Eventi, Le ultime, musica, Treviso
109
0
IMG_0572

Per l’undicesimo anno consecutivo il Gruppo d’Archi Veneto si presenta al pubblico trevigiano con organico allargato a fiati e percussioni, organizzando al Teatro Comunale “Mario Del Monaco”, con il supporto del Comune di Treviso, l’ormai immancabile e atteso “Concerto sinfonico di S.Cecilia”, in programma mercoledì 20 novembre alle ore 20.45.

In questi sedici, lunghi anni di attività l’Ensemble si è imposto grazie ad un lavoro serio e responsabile, che lo fa apprezzare in tutte le circostanze in cui si esibisce, sia in veste cameristica che sinfonica. Il magistrato Carlo Nordio, che spesso presenta le loro performances e che sarà con loro anche in questa circostanza, li ha definiti “musicisti che mantengono viva la tradizione orchestrale trevigiana”.

Il Gruppo ha al suo attivo oltre centotrenta concerti, a fianco di famosi solisti (come Leonora Armellini, Giuliano Carmignola, Giovanni Andrea Zanon, Gemma Bertagnolli, Enrico Bronzi....) e di varie formazioni corali. Invitato ad esibirsi a Milano nell’ambito dell’Expo 2015, ha effettuato applaudite tournées in Grecia , (dove tornerà per la 4^ volta il prossimo maggio), Svizzera e Austria.

E’ uno dei pochissimi Ensembles italiani a potersi fregiare del titolo di "Complesso in residence" : opera infatti in stretta unità di intenti con l’ISSR “Giovanni Paolo I”, Ente collegato alla Facoltà Teologica del Triveneto, a seguito di convenzione sottoscritta in virtù della comune volontà di riscoperta e di valorizzazione della musica sacra.

Da quest’anno l’orchestra è sostenuta da uno sponsor unico di caratura internazionale, la Garmont International, che – come sottolineano gli organizzatori - “si è trovato in sintonia con i criteri di serietà, consapevolezza, attenzione verso le problematiche sociali, posti alla base dell’attività dei musicisti trevigiani, e che sono da valori da sempre nelle corde dell’azienda trevigiana”.

Quanto ai contenuti della produzione, la direttrice artistica Fiorella Foti ha pensato quest’anno ad un programma imperniato su un periodo di grande valenza artistica, afferente al Romanticismo di area germanica. Verranno eseguite opere ascrivibili alla più rilevante tradizione sinfonica, con uno sguardo alla continuità espressa dalla famosa “Scuola Viennese”, che ebbe in Mozart e Schubert i suoi massimi esponenti, e sulla cui scia si pose poi un “viennese di adozione” , quale il grande Brahms.

Aperto dalla spumeggiante Ouverture tratta dal “Così fan tutte” - la terza e ultima opera di Mozart appartenente al cosiddetto “trittico italiano” -,  il programma ha i suoi punti forti in due celebri sinfonie, diverse tra loro ma ugualmente coinvolgenti: la Quinta di Schubert, definita dal critico Alfred Einstein “il brano di musica strumentale più puro, più levigato e più equilibrato composto dal giovane Schubert”, e poi la monumentale, perfetta Quarta Sinfonia, scaturita dalla meticolosa orchestrazione di un Brahms ormai maturo.

La direzione sarà affidata come di consueto alla brillante bacchetta di Maffeo Scarpis, descritto dal Corriere della Sera come “Direttore dal gesto di rara chiarezza e interprete lucido delle ultime voci del Novecento”.

Il concerto trevigiano , che gode del Patrocinio del Comune ed è stato ancora una volta inserito nel cartellone ufficiale della stagione concertistica come “Evento speciale”, avrà anche quest’anno in Carlo Nordio un presentatore d’eccezione.

Il prestigioso appuntamento del Comunale costituisce la main performance della produzione S.Cecilia 2019, articolata in tre concerti-anteprima (Vittorio Veneto, Conegliano e  Pieve di Soligo), e altri due ospitati dal Campus Internazionale H-FARM di Roncade (venerdì 22, h.19.30) e, nel nuovo anno, da S.Donà di Piave (domenica 12 gennaio 2020, Teatro Astra, h.18).

BIGLIETTI  da € 10 a € 20  tel.379 1201100 - Prevendita in Teatro dal 6/11 - Acquisti online:  www.teatrostabileveneto.it

Facebook Comments

Leggi anche

Furti in casa: a Roncade un incontro per prevenirli

I furti in casa? Evitarli è possibile, grazie