Tra ipertensione e alimentazione c’è un correlazione importante. La pressione alta è un fenomeno da non sottovalutare: può comportare, infatti, un maggior rischio di sviluppare malattie cardiovascolari e ictus.

Per questo motivo è importante combatterla o, ancora meglio, prevenirla. Mangiare in modo corretto ed equilibrato, quindi, è un primo passo per contrastare il problema. Un recente studio, ad esempio, ha individuato nello yogurt un prezioso toccasana per l’organismo.

Ipertensione e alimentazione: via libera allo yogurt

L’ipertensione può danneggiare i vasi sanguigni e il cuore: una dieta sana, equilibrata e povera di sale, dunque, è l’ideale per combattere a tavola i problemi di pressione alta.

Un nuovo studio ha evidenziato l’importanza di introdurre nella dieta lo yogurt: questo alimento, infatti, apporta ottime quantità di vitamina D e sali minerali come il magnesio, il calcio e il potassio.

Lo studio

La ricerca, condotta dall’Università del Maine e pubblicata su Science Direct, ha riscontrato una correlazione tra consumo regolare di yogurt e ridotti livelli di pressione arteriosa.

Analizzando i dati di 915 adulti, alcuni dei quali ipertesi e altri con pressione normale, gli studiosi hanno scoperto che mangiare uno yogurt una volta al giorno può apportare effetti benefici nei soggetti ipertesi, mentre non ha avuto particolari effetti sulle persone senza problemi pressori.

Si tratta naturalmente di risultati che, seppur promettenti, necessitano di ulteriori approfondimenti. I prodotti lattiero-caseari, infatti, sono anche particolarmente ricchi di grassi: prima di introdurli abitualmente nella propria alimentazione, dunque, è opportuno chiedere un parere professionale preventivo.

Senza dimenticare, inoltre, che lo yogurt in alcuni casi può essere un’importante fonte di zuccheri. Anche in questo caso, il supporto del medico diventa prioritario prima di variare la propria dieta.