Sei ko in fila, Cremona acuisce la crisi della De’ Longhi

Sei ko in fila, Cremona acuisce la crisi della De’ Longhi

- in Le ultime, Sport, Treviso
120
0
Logan vs Cremona

DE’ LONGHI TREVISO – VANOLI CREMONA 84-94

DE’ LONGHI: Nikolic 7 (1/3, 1/3), Logan 22 (3/8, 5/7), Cooke 11 (0/2, 3/5), Fotu 27 (10/14, 1/2), Tessitori 0 (0/1, 0/1); Alviti 0 (0/1 da 3), Parks 4 (1/4, 0/2), Imbrò 8 (1/1, 2/5), Chillo 4 (2/5 da 2), Uglietti 1 (0/1 da 2). Ne: Severini. All.: Menetti

VANOLI: Ruzzier 11 (1/2, 2/3), Saunders 18 (8/11 da 2), Richardson 8 (3/4, 0/1), Akele 6 (3/3, 0/1), Happ 22 (10/12 da 2); Mathews 0 (0/1 da 3), Diener 9 (0/2, 1/4), Sobin 2, De Vico 10 (1/2 da 3), Stojanovic 8 (3/7, 0/1). Ne: Sanguinetti, Marchetti. All.: Sacchetti

ARBITRI: Filippini, Betini, Galasso

NOTE: pq 19-29, sq 46-47, tq 64-66. Tiri liberi: TV 12/16, CR 26/34. Rimbalzi: TV 20+14 (Fotu 2+5), CR 27+11 (Happ 8+1). Assist: TV 13 (Nikolic 5), CR 16 (Diener 8). 5 falli: Nikolic al 36’10” (72-87). Spettatori: 5225.

 

Sei in fila. Non vittorie, ma sconfitte. Ormai è crisi nera per la De’ Longhi che nella gara più delicata si perde in sé stessa commettendo errori tattici prima che di tiro e consegna due meritati punti in classifica alla Vanoli. La decisione di Menetti di aprire il match col doppio pivot Fotu-Tessitori contro il dinamismo di Happ e di Akele è mossa suicida: il lungo americano prende palla ai 5 metri ed approfitta dell’immobilismo del pisano in difesa per avvicinarsi a canestro e colpire a ripetizione. Nel primo tempo Cremona scava già il primo solco, arrivando al +13 sul 24-37, prima che Logan decida di mettersi in proprio e di ricucire (40 pari al 18°).

Nella ripresa il quarto fallo dell’ex Sassari obbliga lo staff tecnico a chiamare la guardia in panchina. Con un Cooke nuovamente motivato dalle voci di taglio e Fotu efficace sui due lati del campo Treviso riesce comunque a mantenersi in linea di galleggiamento ma proprio al suono della terza sirena Ruzzier trova il jolly che riporta avanti gli ospiti. La bomba del triestino è il primo segnale concreto della débacle in arrivo: l’ultima frazione vede la Vanoli scappare mentre Treviso si blocca da sola, cercando passaggi in post per un Tessitori impresentabile oppure sparacchiando senza costrutto da 3 punti. Il sesto ko consecutivo è servito e domenica prossima, a Pistoia, sarà un vero spareggio salvezza contro l’OriOra.

IL MIGLIORE – Ethan Happ ha sfiorato la partita perfetta, approfittando della staticità di quasi tutti gli avversari e di una difesa disattenta per banchettare sotto il canestro trevigiano. Un solo rimbalzo lo separa dalla doppia-doppia al termine di una prestazione da 31 di valutazione.
IL PEGGIORE – Seconda pessima prestazione per Amedeo Tessitori, lento ed impacciato sul parquet, dannoso in ogni situazione (-17 di plus/minus, il dato peggiore in assoluto della partita) e deleterio in ambito sia offensivo che difensivo. Dietro la lavagna anche coach Menetti che non riconosce le situazioni tattiche sfavorevoli nell’accoppiamento difensivo con i lunghi atipici di Cremona e gestisce in maniera rivedibile Logan ad inizio terzo quarto.

PAGELLE:
TREVISO – Tessitori 3, Logan 6.5, Alviti 6, Nikolic 5, Parks 5.5, Imbrò 6, Chillo 6, Uglietti 6, Fotu 7, Cooke 6
CREMONA – Saunders 7.5, Mathews 5.5, Diener 6, Ruzzier 6.5, Sobin 5, Richardson 6.5, De Vico 6.5, Happ 8, Stojanovic 6.5, Akele 6.5

Quintetto ideale: Ruzzier, Logan, Saunders, Fotu, Happ

Facebook Comments

Leggi anche

Stagnazione industriale: “Mancano le infrastrutture”

“Senza una politica industriale di medio e lungo