Alcolici (foto di repertorio)
Il sindaco Marco Dori ha firmato il preavviso d’ordinanza che impone il divieto assoluto di consumazione di alcolici nella zona di Piazza Nicolò, limitatamente al consumo su suolo pubblico o ad uso pubblico. Una volta pubblicato, l’atto avrà validità per almeno 30 giorni.
“Il provvedimento si è reso necessario dopo gli ultimi avvenimenti”, spiega il sindaco Marco Dori.
In un paio di giorni, si erano verificati incidenti legati all’eccessivo consumo di alcolici, anche da parte di minori. “Non è mai facile introdurre divieti, ma ho ritenuto la misura necessaria – continua Dori – Sono stato anche sul posto per verificare di persona quanto segnalato dai privati cittadini. Si tratta di un divieto temporaneo, ma che sono pronto ad estendere, se necessario, anche in altre zone della città. Il senso dell’ordinanza è di mettere un freno ai comportamenti molesti e irresponsabili. Qui non si tratta più di movida, ma piuttosto di mala aggregazione. Si devono evitare situazioni di contagio e di disagio, ma anche restituire tranquillità ai tanti residenti della zona.  La piazza continuerà ad essere aperta e libera, l’unica differenza è che non si potranno bere alcolici. Ormai era chiaro che in tanti venivano qui anche attrezzati da casa. Ai ragazzi dico: siamo stati tutti giovani. Ma ci si può incontrare anche senza eccessi, anzi, è così che si costruiscono i rapporti più belli e sinceri. Divertiamoci e stiamo insieme, ma con buon senso e responsabilità”.
Il provvedimento antialcol è accompagnato anche da ulteriori indicazioni per il rispetto della quiete pubblica e del decoro.
“Il divieto di consumo alcolici è localizzato  – spiega il sindaco – Al momento non aveva senso allargarlo a tutta la città. I locali della zona potranno continuare la somministrazione a chi è seduto, nel rispetto della normativa. Abbiamo sempre promosso la legalità e il rispetto delle regole. La zona è stata oggetto di precedenti interventi e sanzioni. L’attenzione da parte dell’amministrazione e delle forze dell’ordine è sempre stata constante, tanto che io stesso sono addirittura stato oggetto di una diffida legale, quasi accusato per i troppi controlli. In realtà si è sempre trattato di interventi per appurare il rispetto delle regole, a Piazza San Nicolò come altrove. La nostra azione continuerà anche adeguando gli strumenti di controllo: dalle telecamere al nuovo piano acustico”.
“Come abbiamo già spiegato, è prossima l’installazione di una telecamera di videosorveglianza – aggiunge l’assessore alla Sicurezza Fabio Zaccarin – che ci permetterà di rilevare in tempo reale eventuali condotte illegali o a rischio. Ricordiamo, peraltro, che l’amministrazione si sta adoperando per l’impiego di bodycam in uso agli agenti di Polizia Locale, per il quale è in corso l’iter l’iter previsto in termini di privacy e di tutela dei lavoratori. Tutti strumenti, questi, che ci permetteranno di essere ancora più efficaci nel controllo, nella prevenzione e nel contrasto delle illegalità “.