Mobilità: un veneto su 3 si sposta a piedi o in bici

Mobilità: un veneto su 3 si sposta a piedi o in bici

Mobilita-sostenibile-72mila-euro-dal-Comune-di-Treviso_articleimage

Sono oltre 3,3 milioni le persone che si muovono quotidianamente in Veneto, impiegando negli spostamenti un tempo medio giornaliero di 57 minuti e circa un terzo si sposta a piedi o in bicicletta. Per la prima volta in Veneto il primo motivo di spostamento è legato ad esigenze del tempo libero (35,4%) seguito a breve distanza dai motivi di lavoro o studio (32,9%). Poco meno di un terzo degli spostamenti invece sono dedicati alla gestione familiare.

E’ questo una delle ‘sorprese’ rivelate dall’ultimo numero del Bollettino socio-economico del Veneto di gennaio, curato dall’Ufficio statistica regionale, che mette a confronto i principali dati congiunturali socio-economici e ambientali della regione con quelli del resto del paese.

In Veneto la quota di spostamenti in modalità sostenibile ha  registrato un sensibile aumento nell’ultimo decennio: il 31,4% di questi avviene a piedi o in bicicletta. Dieci anni fa la percentuale era il 22,7%.

Per quanto riguarda gli spostamenti motorizzati il mezzo preferito rimane l’auto che, considerando sia gli spostamenti come conducente sia come passeggero, rappresenta l’84,7% del totale. Gli spostamenti tramite mezzo pubblico risulta in aumento rispetto a 10 anni fa ma ancora inferiore al 10%.

Quanto all’orario, il picco di frequenza avviene tra le 9 e le 13 con il 27,5% dei casi e poi ancora tra le 17 e le 20.30 con il 21,6%.

Il Bollettino di gennaio (che contiene dati sull’andamento economico in Veneto,  il Pil e l’export, il turismo, il mercato immobiliare, la povertà, i giovani el’istruzione, l’ambiente e le fonti energetiche) è disponibile anche nel sito del Sistema statistico regionale della Regione del Veneto all’indirizzo:

http://statistica.regione.veneto.it/pubblicazioni_bollettino_socio_economico.jsp

Facebook Comments

Leggi anche

Mattia Panazzolo nuovo direttore di CNA territoriale Treviso

Mattia Panazzolo, 38 anni, è il nuovo direttore