Rivoluzione TVB: dentro Almeida, fuori Cooke e Parks?

Rivoluzione TVB: dentro Almeida, fuori Cooke e Parks?

- in Le ultime, Sport, Treviso
1094
0
Almeida

Le prossime potrebbero essere le ultime ore in biancoceleste per diversi giocatori di Treviso Basket. La crisi prolungata di risultati – sabato sera con Cremona è giunta la sesta sconfitta consecutiva – unita al quartultimo posto in classifica ed all’approssimarsi dello scontro diretto in chiave salvezza di Pistoia pare abbia indotto la dirigenza ad un preciso cambio di strategia. Bando alla prudenza a ricorso al mercato per cambiare le carte in tavola, con porte girevoli in funzione nel roster.

A salutare la compagnia potrebbero essere non più due ma tre elementi. Di Luca Severini già si sa: il giocatore, ai margini delle rotazioni da ottobre e finora impiegato esclusivamente in situazioni di emergenza, è prossimo alla discesa in A2, con Tortona e Ravenna a contenderselo – in vantaggio appare la Bertram. Charles Cooke era finito da tempo nel mirino a causa di un decadimento delle prestazioni personali contraddistinto da alcuni infortuni: l’incoraggiante prestazione di sabato contro la Vanoli non pare aver sortito effetti ed al suo posto dovrebbe arrivare Ivan Almeida, trentenne ala piccola di Capo Verde con passaporto portoghese. Almeida attualmente è al Galitos Barreiro ma può liberarsi in 24 ore dal contratto per firmare con TVB ed il suo nome è in cima alla lista dei desideri.

C’è però un terzo indiziato di taglio. E non è Amedeo Tessitori, nonostante le pessime prestazioni del centro azzurro che da un mese e mezzo fatica a ritrovare la forma fisica e ad incidere in campo. A far le valigie potrebbe essere Jordan Parks, sacrificato nonostante i progressi denotati negli ultimi periodi in favore di un lungo classico che possa giocare spalle e fronte a canestro per sopperire ai già citati problemi di Tessitori ed alla solitudine nel pitturato di Isaac Fotu. La mancanza infatti di un gioco interno oltre che di un penetratore affidabile ha reso la De’ Longhi eccessivamente dipendente dalle prestazioni della batteria di tiratori, in cui David Logan sta facendo reparto quasi da solo mentre proseguono gli equivoci legati all’effettivo ruolo di Davide Alviti, anche lui relegato a minutaggi bassi e senza schemi dedicati per il tiro.

Il tempo stringe. E non solo per i tesseramenti: domenica al PalaCarrara di Pistoia ci sarà il primo, vero spareggio salvezza contro l’OriOra, formazione che in classifica segue i biancocelesti di due lunghezze e con scontro diretto finora a sfavore. L’esito della gara sarà cruciale per il destino stagionale di Treviso Basket in Serie A ed anche per alcune scelte future.

 

Facebook Comments

Leggi anche

TEDxTreviso, domani ospite le scienziata Roberta Villa

Dal 24 marzo ogni giorno alle 19.00 TEDxTreviso promuove sulla