Trofeo Smail, raccolti oltre 10 mila euro donati all’AIL di Treviso

Trofeo Smail, raccolti oltre 10 mila euro donati all’AIL di Treviso

- in Le ultime, Treviso
107
0
trofeosmail_2

Sono stati raccolti 10.200 euro durante la 4^ edizione del Trofeo Smail organizzato preso gli impianti di "Stilelibero" Preganziol. Sport, amicizia e solidarietà sono le parole chiave di questo evento.

Alla 4^ edizione che si è svolta lo scorso 20 Maggio, hanno partecipato 12 squadre tra le provincie di  Treviso, Venezia e Padova,  con oltre 280 atleti. Più di 700 persone tra atleti, tecnici, genitori, volontari e tanti amici. Sono intervenuti, per il momento di sensibilizzazione, il dott. Filippo Gherlinzoni,  Primario UOC Ematologia dell’Ospedale Cà Foncello di Treviso , Sergio Leonardi,  Vice presidente Ail Treviso e il Consigliere del Comune di Preganziol Marco Malerba.

 La giornata di giochi in arena e gare nella piscina comunale, a sostegno delle attività e dei progetti dell’associazione  A.I.L. di Treviso (associazione contro leucemie, linfomi e mieloma Onlus) è organizzata in ricordo di Davide Polese, un amico di “StileLibero” che ha lottato contro la leucemia fino alla fine, come un vero guerriero, senza mai perdere il sorriso.

Ecco qualche dato di questo evento che mette in campo sport e solidarietà: nella 1^ edizione (2015) ha visto partecipare 150 atleti di 8 società sportive, 350 partecipanti e la raccolta di 2.489,00 euro. La 2^ edizione (2016) ha visto l’adesione di 11 società sportive, 230 atleti, per un numero di 500 partecipanti e l’importante donazione di 7.200,00 euro mentre la 3^ edizione (2017) si è chiusa con l’affluenza di oltre 250 atleti concorrenti e quasi 600 partecipanti, elargiti all’Ail 6.300 euro.  

Con i 10.200 euro raccolti in questa ultima edizione, Trofeo Smail in questi anni ha già donato complessivamente 26.200 euro all’associazione AIL di Treviso a sostegno dei progetti per il reparto di ematologia.

 

Facebook Comments

You may also like

Neoplasie urologiche, nuove tecniche all’ospedale di Conegliano

Neoplasie urologiche, l’Ospedale di Conegliano punta, grazie alla