Brugnaro bacchetta Conte e applaude Draghi

Brugnaro bacchetta Conte e applaude Draghi

- in Attualità, Cronaca, Le ultime, Venezia
219
0
Brugnaro_in-diretta

Questo pomeriggio il Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, nel corso della diretta Facebook nella sua pagina ufficiale, ha fatto il punto della situazione per quanto riguarda numeri, proposte, idee e novità riguardanti la gestione dell'emergenza COVID-19.

Messaggio al Governo - "Grazie al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, per la bella lettera, ora ci aspettiamo aiuti concreti e decreti legge immediati perché stiamo sostenendo costi incredibili e ancora non abbiamo visto nulla. Voglio e ci tengo a precisare ai cittadini che tutti gli sforzi, esclusi quelli sanitari, sono completamente a carico dei Comuni e delle Città Metropolitane. I cittadini mi chiedono come potranno dare da ma ngiare ai loro figli. Devo rispondergli adesso, non tra due mesi. Faccio un appello al Governo: intanto che ci occupiamo giustamente della salute, bisogna convocare gli Stati Generali dell’Economia”.

Imprese e lavoro - "Sono pienamente d’accordo con la lettera di Mario Draghi al Financial Times: è necessaria liquidità immediata per le aziende e gli imprenditori. Dobbiamo tenere in vita le imprese e sostenere chi il lavoro ce l’ha, per evitare danni irreversibili".

Polizia Locale - Giovedì 26 marzo gli operatori hanno controllato 39 cittadini (portando il totale a 1087 da inizio emergenza), nessuno è stato denunciato. Restano quindi 60 le persone segnalate all'Autorità giudiziaria per inottemperanza alle misure di contenimento del contagio da Coronavirus.

Minuto di silenzio - Il Comune di Venezia aderisce all'iniziativa lanciata dall'Anci, l'Associazione nazionale Comuni italiani: martedì 31 marzo bandiere a mezz'asta e minuto di silenzio in segno di lutto e solidarietà nei confronti di tutti coloro che sono stati colpiti dall'epidemia da Coronavirus. Il sindaco di Venezia lo osserverà davanti a Ca' Farsetti, dopodiché sarà diffuso l'inno di Mameli e l'inno di San Marco.

Uscite con accompagnatore - "Una buona notizia! Grazie a una direttiva della Regione del Veneto, per i soggetti con gravi disabilità intellettive, con disturbi dello spettro autistico e problematiche psichiatriche, è possibile rivolgersi all’ULSS per fare brevi uscite con l’accompagnatore, limitando l’uscita allo stretto necessario e adottando le misure di prevenzione raccomandate dalla normativa vigente, portando con sé l'autocertificazione corredata dal certificato medico che attesti la sussistenza delle condizioni di salute. Serve quindi contattare l'azienda sanitaria di riferimento".

Senza fissa dimora - Per il soccorso di persone senza fissa dimora è disponibile un numero verde: 800589255, segnalando così situazioni d'emergenza o necessità di intervento degli operatori.

Volontariato -  Sono giunte al Comune numerose richieste di informazioni per poter aiutare in qualche modo la cittadinanza, tra spese a domicilio o assistenza ai più deboli. L'invito è di rivolgersi anche alle associazioni di volontariato attive sul territorio, ringraziate per il loro operato durante la diretta. Sarà costituito dal Comune un elenco delle persone che hanno fornito la loro disponibilità per l'eventuale distribuzione di mascherine nei prossimi giorni assieme ai volontari di Protezione civile, in modo che l'operazione sia più capillare possibile. Per tutte le informazioni è attivo il call center DiMe (numero di telefono 041041), tutti i giorni dalle 8 alle 17.

Salone Nautico - Durante la diretta è stato annunciato il rinvio della seconda edizione del Salone Nautico al 2021: la manifestazione si sarebbe dovuta svolgere dal 3 al 7 giugno 2020 all'Arsenale.

Assistenza a disabili ed anziani -  Gli operatori del Servizio Coesione sociale del Comune sono impegnati a fornire assistenza in questo momento a 1600 persone disabili, tra cui 444 minori. Sono 250 i cittadini che vengono quotidianamente seguiti a domicilio.

In questo momento sono 4800 gli anziani monitorati costantemente dal Comune: età media 83 anni.

Per la precisione:

  • 1300 anziani con assistenza domiciliare e cure familiari
  • 2600 anziani in casa di riposo
  • 200 anziani affetti da Alzheimer (grazie anche ai volontari di Associazione Alzheimer Venezia)

Grazie all'impegno dei volontari della Protezione civile (assieme ai volontari della Croce Verde) sono state finora 240 le forniture di beni o servizi a cittadini in quarantena o in isolamento: per informazioni il Comune invita a contattare il call center 041041.

Facebook Comments

Leggi anche

Venezia FC, Niederauer: “Giocheremo per vincere e non per sopravvivere”

"D'ora in avanti il nostro motto sarà: parlare