Lorenzo Cannone nuovo giocatore del Benetton Rugby.

Lorenzo Cannone, nato a Firenze il 28 giugno 2001, alto 190 per 102 kg, è un terza linea in grado di giocare sia da numero 8 che da flanker, ed è il fratello minore di Niccolò Cannone, attuale seconda linea dei Leoni. Lorenzo nell’ultima stagione ha giocato per il Petrarca Padova, raggiungendo la finale del TOP10.

Cresciuto nel Bombo Rugby Firenze e nel Florentia Rugby, Cannone da sempre in campo ha palesato ottime qualità fisiche e tecniche. Abile portatore di palla, Lorenzo è un importante ball carrier ed un instancabile placcatore in difesa. Terza linea e numero 8, Cannone ha anche attraversato la trafila della nazionale giovanile, giocando per l’Italia Under 17, Under 18 e dallo scorso anno anche per l’Under 20.

Nell’ultima annata ha vestito la maglia del Petrarca ed è stato uno dei giovani più talentuosi di tutto il campionato. Per lui 16 presenze, di cui 15 da titolare, caratterizzate da un importante apporto sia in attacco, in sostegno all’azione, che nelle varie piattaforme di gioco ed in difesa, con placcaggi incessanti e un buonissimo lavoro in breakdown.

Ora per il terza linea toscano la grande opportunità in maglia Benetton Rugby, di ricongiungersi con il fratello e costituire un duo importante in ottica futura per la franchigia biancoverde.

Le parole del direttore sportivo dei Leoni Antonio Pavanello“Lorenzo è uno dei profili più interessanti nel palcoscenico italiano. Un ragazzo di prospettiva messosi in mostra con le diverse nazionali minori, tra cui l’U20 con la quale attualmente sta disputando il Sei Nazioni, e successivamente con il Petrarca. Le sue ottime doti d’attaccante e l’essere cresciuto tanto anche in fase difensiva, ci offriranno tante opportunità in terza linea. Inoltre la possibilità di poter giocare insieme al fratello Niccolò, rappresenterà per entrambi il coronamento di un sogno e questo ci rende felici”

Queste le dichiarazioni del neo Leone: “Sono molto felice di essere arrivato in una realtà così importante come il Benetton Rugby. Non vedo l’ora di conoscere tutti i nuovi compagni di squadra ed inserirmi presto all’interno del gruppo. Avere mio fratello al mio fianco sicuramente faciliterà questo processo ed al tempo stesso rappresenterà un ulteriore stimolo per migliorarmi giorno dopo giorno per la conquista del maggior minutaggio possibile”