social TG+ 18 gennaio ed. sera

social TG+ 18 gennaio ed. sera

- in Elenco edizioni TG+
349
0
Featured Video Play Icon

Prima picchiato, poi condannato – il controllore che aveva fatto scendere dal treno clandestino senza biglietto

Cronaca. Quando si dice cornuti e mazziati. E’ il caso del controllore di Trenitalia che qualche mese fa era stato picchiato da un clandestino nigeriano, dopo averlo fatto scendere dal treno perché senza biglietto. Tra lo stupore di tutti i presenti, il tribunale di Belluno ha condannato il controllore per abuso d’ufficio e tentata violenza privata. Si sarebbe poi dovuto instaurare anche un processo a carico del clandestino, per il reato di lesioni, ma il nigeriano è sparito dalla circolazione.

Seno: più tumori, meno morti – report del Ca’ Foncello dopo i giovani decessi

Sanità. Il dottor Paolo Dei Tos, direttore di Anatomia Patologica al Ca’ Foncello, ha parlato del tumore al seno, il cancro che di recente ha portato via alla comunità trevigiana alcune giovani donne per cui in questi giorni si sta celebrando il cordoglio. L’abbassarsi dell’età media di comparsa del carcinoma alla mammella ha inevitabilmente incrementato il numero di diagnosi tumorali. Tuttavia, grazie agli screening preventivi, i decessi per il cancro al seno sono fortunatamente in diminuzione.

Il tempio del food all’ex Pagnossin – Zanardo cala l’asso per Treviso Capitale della Cultura

Attualità. Nei giorni scorsi Treviso è stata inclusa nella short list del Ministero che eleggerà la Capitale della Cultura 2020. Nel frattempo il vicepresidente del comitato promotore, l’imprenditore Damaso Zanardo, ha presentato il suo progetto per l’ex fabbrica Pagnossin, da lui acquistata 3 anni fa. Il progetto, che ha nome in codice “Open Dream”, prevede il rinnovamento delle strutture esistenti, che andranno a costituire il nuovo polo dell’eccellenza enogastronomica trevigiana.

Nuovo tecnico per il Treviso Calcio – Cristiano Graziano, ex difensore biancoceleste

Sport. Il Treviso Calcio ha scelto il nuovo allenatore. Dopo il rifiuto di Fabio Rossitto, che ha comprensibilmente preferito rimanere nel giro delle panchine di Serie B, la scelta della dirigenza biancoceleste è caduta su Cristiano Graziano, un tecnico e un uomo di calcio trevigiano doc. Classe 1974, Graziano è infatti nato a Treviso, giocandoci come difensore nell’Interregionale 1991. Poi una lunga trafila in diversi club veneti e friulani. Come allenatore ha già guidato i Berretti Nazionali del Treviso nella stagione 2011-12. Ora il ritorno in prima squadra.

Facebook Comments

Leggi anche

Federico Zani suona la carica dei Leoni “Attenzione su ogni dettaglio”

È sempre più vicina la ripresa ufficiale per