Treviso Comic Book Festival, al via la nuova edizione

Treviso Comic Book Festival, al via la nuova edizione

- in Eventi, Le ultime, Treviso
142
0
def.

Ieri si sono aperte le danze della 15° edizione del Treviso Comic Book Festival, l'evento più atteso da tutti gli amanti del fumetto. Ad annunciarne l'arrivo in città nelle scorse settimane sono state le decine di vetrine trasformate in comics dagli artisti che calcheranno le scene di questa celebre manifestazione trevigiana.

Quest'anno la rassegna sarà dedicata al ricordo di Massimo Bragaggia, ex presidente e fondatore del Treviso Comic. In suo onore, domenica 30 settembre i ragazzi del TCBF doneranno una selezione di fumetti alla BRAT del Comune di Treviso e gli intitoleranno la sezione “fumetto per ragazzi” della biblioteca.

In occasione del primo giorno, sono state inaugurate le mostre Rebel Kids, ad opera dei giovani promettenti Vitt Moretta e Regular Size Monster, insieme a Notas españolas di Nùria Tamarit, un talento spagnolo a livello europeo classe 1993 con le sue illustrazioni fantastiche ed emozionali.

La manifestazione, però, non si limita ad esporre e coinvolge attivamente anche i ragazzi, in particolar modo quelli tra i 13 e i 19 anni con un workshop di fumetto con Marco Nucci e Kalina Muhova, autori della graphic novel  “Sofia dell’Oceano”.

Per oggi invece sono in programma ben 4 mostre: si parte con l’avventurosa fiaba marinaresca "Sofia dell'Oceano" di Kalina Muhova che vi trasporterà in un viaggio dalle tinte metafisiche e dal sapore antico, si continua con il collettivo Brace, passando per la fanzine Fanzaghirò (chiaro omaggio alla serie degli anni '90) fino ad arrivare all'evento sostenibile "Punt e a Capo" di Riccardo Guasco, che sarà ospitata nelle sale del Museo Salce all’interno per la mostra “Verso il boom”.

Chi volesse maggiori informazioni in merito al Treviso Comic Book Festival 2018, può guardare l'intervista al direttore Alberto Polita.

Facebook Comments

You may also like

Un numero di telefono contro il “batterio killer”

Dopo il West Nile Virus, la sanità torna