Polizia locale in azione
Polizia locale in azione

Continuano i controlli del territorio da parte della Polizia locale in centro a Mestre: nelle ultime 48 ore sono state denunciate due persone per spaccio, una per resistenza a pubblico ufficiale e sono stati sanzionati due clienti di prostitute, cui è stato notificato anche il daspo urbano.

Il 31 agosto il Nucleo operativo, con il supporto del Nucleo cinofilo, ha portato a termine due differenti operazioni di polizia a contrasto dello spaccio di droga: nello specifico, nella serata, gli operatori del Nucleo Cinofilo, transitando lungo via Poerio, hanno notato la presenza di una persone che, alla vista dell’auto di servizio del Corpo, si è mostrata nervosa, gettando a terra un piccolo involucro per poi allontanarsi velocemente. Gli agenti hanno quindi deciso di sottoporlo all’attenzione dell’unità cinofila, che ha permesso di appurare che l’involucro conteneva 3 dosi di cocaina pronte per essere cedute. Il sospetto, un 23enne di nazionalità marocchina, è stato denunciato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Nelle stesse ore è stato effettuato anche un controllo in un esercizio pubblico di corso del Popolo, dove tra gli avventori è stato individuato un 25enne del Gambia ben conosciuto dagli operatori perché arrestato in passato per detenzione di stupefacenti. Durante il controllo il giovane ha dato in escandescenze, insultando ripetutamente gli agenti e scagliando contro di loro un tavolino del locale, mandandolo in frantumi. Al termine degli accertamenti è stato denunciato per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

Poco più tardi, nella notte tra il 31 agosto e l’1 settembre, nel corso di alcuni controlli anti prostituzione, sono stati sanzionati due automobilisti che si erano intrattenuti con delle prostitute lungo via Terraglio, violando così il regolamento di Polizia urbana. A entrambi gli uomini, uno di Spinea l’altro di Marcon, è stato intimato l’allontanamento per 48 ore dall’area dove si sono svolti i fatti.

Martedì mattina, infine, personale del Nucleo operativo ha denunciato un cittadino di nazionalità marocchina di 41 anni, già noto per precedenti in materia di stupefacenti. Il pusher, dopo aver preso contatti con dei giovani in via Piave, si era appartato con uno di questi in piazzale Baisnizza per consegnargli una modica quantità di hashish. L’acquirente, un 34enne italiano, ha consegnato la droga appena acquistata e, come previsto dal regolamento di Polizia urbana, ha ricevuto una sanzione amministrativa e il daspo urbano per 48 ore, notificato anche allo spacciatore.