Polizia
Polizia

Non è stato un piacevole risveglio quello di giovedì 3 dicembre, per S.J., classe 88. È infatti
scattata all’alba l’operazione degli agenti del Commissariato di Mestre per l’arresto del tunisino sul quale gravava un ordine di carcerazione per una condanna a 1 anno di reclusione per reati in materia di stupefacenti.
I poliziotti, col favore del buio, hanno fatto irruzione nell’edificio abbandonato, sito in
Marghera, nel quale il tunisino si era rifugiato. Lo hanno trovato che dormiva in un giaciglio di fortuna che si era ricavato nello stabile. Il risveglio non è stato dei migliori, sono infatti
immediatamente scattate le manette per S.J. che quindi è stato condotto presso la Casa
Circondariale di Venezia per scontare la pena di 1 anno di reclusione.