Treviso 2018: il programma elettorale di Maristella Caldato

Treviso 2018: il programma elettorale di Maristella Caldato

- in Le ultime, Politica
124
0
maxresdefault

Commercio e Attività Produttive

Una seria politica afferente le attività produttive deve riguardare sia il centro storico che ogni quartiere di periferia.
– revisione del piano sosta, prevedendo, ad esempio, una minima gratuità iniziale in ogni stallo di mezz’ora. Conseguentemente, il Piano Parcheggi, approvato in Consiglio Comunale alcuni mesi fa, va completamente rivisto e ridisegnato.
– ripensamento delle ZTL seconda una logica di programmazione, anche attraverso forme di collegamento tra i parcheggi scambiatori esistenti con bus navetta, tramite articolati accordi con MOM
– tutela delle attività commerciali di prossimità attraverso l’adozione di politiche urbanistiche di limitazione dei titoli atti ad autorizzare la realizzazione di superfici di vendita di medie e grandi dimensioni

Sicurezza e Polizia Locale

Compito dell’Istituzione Comune è garantire ai trevigiani e alle trevigiane la soddisfazione del bisogno primario di sicurezza in ogni luogo della loro esistenza. Per raggiungere questo importante obiettivo TREVISO UNICA-TU propone:
– assunzione immediata di un Comandante della Polizia Locale, a tempo pieno in possesso di tutti i requisiti professionali per poter essere soggetto capace di concretizzare nel rispetto delle norme vigenti ogni proposta dell’Amministrazione Comunale
– adeguata formazione della Polizia Locale, come leva per promuovere la “cultura della prevenzione” aumentando il sapere professionale di ogni agente verso l’analisi del disagio e della devianza sociale; l’obiettivo è quello di contribuire a migliorare la vivibilità della nostra comunità, rendendo più forte ed attrezzata, anche culturalmente la Polizia Locale
– estensione del controllo di vicinato in ogni quartiere o quadrante della città, con presenza continua dei vigili di quartiere presso i Centri Civici esistenti
– aumento ed efficientamento dei sistemi di video sorveglianza ricercando i mezzi finanziari per il loro acquisto partecipando ai bandi regionali ed europei
– rafforzamento e potenziamento del ruolo del Sindaco o del suo delegato all’interno del Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza, istituito presso la Prefettura, con la collaborazione di tutte le altre Forze dell’Ordine.

 

Immigrazione e politiche di integrazione

La popolazione della città è composta da circa il 13% di cittadini provenienti da altri Paesi. TREVISO UNICA-TU ritiene che la consapevolezza di questo dato debba essere la base per la elaborare nuove politiche di integrazione, di concerto con le istituzioni statali e locali, istituti comprensivi, ecc, allo scopo di ridurre ogni condizione di disagio.
Il ruolo del Sindaco o suo delegato nel Consiglio Territoriale per l’Immigrazione va rafforzato attraverso l’elaborazione di un serio programma di analisi delle esigenze del territorio e di promozione degli interventi variegati a sostegno di ogni modalità d’integrazione

Cultura

La Lista Treviso Unica – TU con Maristella Sindaco ritiene che la cultura sia un elemento essenziale per l’amministrazione della città.

MUSEI e BIBLIOTECHE

• L’assunzione di un Direttore dei Musei, con competenze scientifiche e manageriali specifiche, risulta essere la necessità più urgente per riportare i Musei Civici alla loro funzione originaria, cioè essere centro propulsore culturale dove, anche le iniziative, come le mostre di alto livello, nascono e crescono in coordinamento scientifico e organizzativo con le risorse professionali interne, che sono ora parzialmente svilite.
• Dotazione di un software gestionale del patrimonio delle collezioni museali (ora mancante), al fine di una concreta valorizzazione e messa on line delle opere.
• Creazione di un sito internet (ora mancante) moderno, aggiornato e fruibile da cittadini, visitatori e turisti.
• Apertura della Biblioteca d’Arte al Museo di Santa Caterina, a fronte di un ricco patrimonio librario lì custodito, affinché essa possa diventare un punto di riferimento per i cittadini e gli studiosi.
• Predisposizione del Nuovo Regolamento del Museo, conforme all’odierna situazione museale, necessario per una gestione trasparente del Bene Comune Museo.
• Arricchimento dell’offerta museale con l’attuazione di bandi rivolti alle associazioni, al fine di una variegata e multiforme offerta rivolta a tutti i cittadini, con percorsi d’inclusione culturale.
• Reperimento di risorse per il restauro e la restituzione alla città di Ca’ da Noal, quale sede espositiva.
• Valorizzazione della sede della Biblioteca Storica di Borgo Cavour, facendola rientrare nel percorso museale, in quanto custode di un patrimonio di inestimabile valore, misconosciuto ai cittadini.

CULTURA PARTECIPATA

Nell’idea che la cultura sia il principale “ponte” per la crescita individuale e collettiva, si propone la costituzione di un’agenda culturale condivisa e aperta; si tratta di mettere a disposizione risorse finalizzate al co-finanziamenteo di iniziative, che coinvolgano anche i quartieri della città, nell’ottica della cultura permanente; dovrà essere l’occasione per associazioni e gruppi di presentare sulla base di temi individuati, le proprie proposte; creazione e individuazione di luoghi d’incontro, di confronto e di aggregazione quale condizione principale per attuare questi progetti di massimo coinvolgimento

TEATRI e CINEMA

Attraverso la costituzione di una rete culturale extracomunale, con apporto pubblico e privato, promuovere e sostenere l’attuazione di cartelloni stagionali o festival con proposte di teatro contemporaneo, teatro d’autore e teatro sperimentale
Risulta indispensabile il reperimento di risorse per l’allestimento di uno spazio pubblico (es. Auditorium Stefanini o in un quartiere) con dotazioni tecniche adeguate per le proiezioni di film al fine di una proposta di stagioni di cineforum
E’ necessario uno studio approfondito di sostenibilità economico finanziaria, al fine di proporre la realizzazione eventuale di una proposta di “Fondazione di Comunità” per la gestione del Teatro Comunale “Mario del Monaco”

 

SCUOLA

– prioritario piano di manutenzione comunale straordinario di tutti gli edifici scolastici a fronte dell’esistenza nel territorio comunale di numerosi plessi scolastici caratterizzati da notevole vetustà

– azioni incisive di tipo educativo e di sostegno familiare, di concerto con gli Istituti Comprensivi cittadini, allo scopo di contrastare il disagio sociale eventuale degli alunni e delle loro famiglie

– Campus Treviso, quale risorsa indubitabile per la città, da promuovere con azioni concrete, quali, ad esempio, l’individuazione di un congruo numero di alloggi di proprietà comunale attualmente sfitti, da ristrutturare con il co-finanziamento, da destinare agli studenti universitari frequentanti la realtà trevigiana. In aggiunta, va definita una politica di agevolazioni fiscali variegate, afferenti la tassazione comunale, a favore di proprietari di immobili che si dichiarino disponibili a locare regolarmente a studenti universitari frequentanti l’offerta formativa del capoluogo, allo scopo di incentivare la locazione di immobili attualmente sfitti, collocati nel centro storico o nella prima periferia.

 

Riduzione costi della Politica

La lista Treviso Unica Tu con Maristella Sindaco propone che la Giunta Municipale di Treviso sia composta da sei Assessori ed il Sindaco: oggi essi sono ben otto!Attraverso questa riduzione di assessorati il Comune potrà risparmiare circa 100.000 euro ogni anno.
I compensi del Sindaco, degli Assessori, del Presidente del Consiglio e dei Consiglieri Comunali saranno ridotti di almeno il 20%, con un risparmio ulteriore di circa 140.000 euro all’anno.
Coerenza è la nostra parola d’ordine! Maristella Caldato, nostra candidata Sindaco, dal 2013 al 2018, in qualità di Consigliere Comunale Anziano della città di TREVISO, ha presentato ben 4 mozioni di indirizzo per la riduzione dei compensi di tutte le cariche istituzionali, proposte che sono state tutte respinte dall’Amministrazione Comunale attuale!
Conformemente alle proposte inoltrate, Maristella Caldato, dall’1/1/2014 ha provveduto a ridursi i propri compensi di Consigliere Comunale del 30%.

 

SPORT

Lo sport come diritto di cittadinanza, strumento di socializzazione e inclusione, opportunità per migliorare la qualità della vita e il benessere psico-fisico, occasione formativa. Alla luce di queste convinzioni ferme, noi di TREVISO UNICA–TU intendiamo mettere in atto le sotto indicate azioni amministrative:
– mettere a piena disposizione di tutti i cittadini – senza esclusione di età, sesso, nazionalità e censo – l’insieme degli impianti sportivi,consentendone la libera fruizione e ampliando – come nel caso delle piscine comunali – le fasce orarie a disposizione del pubblico
– favorire l’inclusione sociale e l’integrazione anche attraverso l’organizzazione di corsi di educazione motoria-sportiva presso le case circondariali, e il sostegno a eventi e/o manifestazioni sportive proposte dalle comunità etniche presenti sul territorio
– promuovere l’attività motoria, con l’organizzazione di corsi strutturati e con la realizzazione di progetti, per l’attività sportiva libera, gratuita e autogestita;
– realizzare interventi per ampliare l’offerta di “sport libero e diffuso” (non strutturato), attrezzando aree verdi e parchi della città con “percorsi vita” e attrezzature ginniche
– proseguire il confronto e il dialogo con tutto il mondo sportivo attraverso gli incontri periodici degli Stati Generali dello Sport, per integrare l’azione pubblica ispirata agli interessi collettivi con le finalità delle società sportive
– attivare, sostenere e promuovere iniziative ed eventi internazionali, nazionali e locali.

 

Quartieri e partecipazione

TREVISO UNICA–TU ritiene che la vera partecipazione dei cittadini alla vita della città possa concretizzarsi con il ripristino dei Consigli di quartiere, allo scopo di attivare un contatto diretto tra i trevigiani e l’Amministrazione, per approfondire i problemi, migliorare le condizioni di vita nei quartieri della città.
Conseguentemente prevediamo di modificare lo Statuto Comunale, prevedendo una composizione dei Consigli di Quartiere basata su incarichi senza compenso, con rappresentatività di tutte le realtà territoriali.

Il tema della partecipazione attiva è strettamente legato a quello della corretta comunicazione con il cittadino, una relazione chiara e sempre disponibile. In quest’ottica, TREVISO UNICA–TU mette in programma il rinnovo del sito internet istituzionale del Comune di Treviso, al fine di renderlo maggiormente accostante, interattivo, organizzato per macro aree tematiche, con utili link sia per il cittadino trevigiano che per il turista.
Accanto alle necessarie aree di tipo istituzionale e sportello modulistica e/o pratiche burocratiche, vi deve essere la possibilità di una navigazione facile e gradevole: inserimento di link utili, immagini, informazioni settoriali e interattive.

TURISMO

A fronte di una naturale attrattiva che la nostra città esercita, a ragione della sua storia, della sue peculiarità urbanistiche e artistiche, naturali e ambientali, si deve lavorare sulle buone pratiche di accoglienza, di informazione e comunicazione.
L’Amministrazione deve farsi promotrice di queste pratiche, in sinergia e in rete con i soggetti interessati (associazioni di categoria, reti culturali, istituzioni museali, ecc.).

 calendario di iniziative di qualità, ben distribuite e riconoscibili nel corso dell’anno

– piano comunicativo: l’odierna frammentazione e parzialità di informazione deve essere superata con la predisposizione di un articolato sito Internet turistico della città e dintorni (con link dal sito istituzionale del Comune), in cui il visitatore possa rintracciare informazioni utili sul calendario degli eventi, sull’ospitalità, sull’enogastronomia, itinerari, video e galleria immagini;

– rafforzamento, attraverso un piano di risorse co-finanziate e attraverso lo svolgimento di gare d’affidamento, dei punti informativi IAT e della editazione e distribuzione di materiale turistico cartaceo di qualità; riordino della segnaletica del centro storico, sia fissa che temporanea, troppo spesso disseminata a scapito del decoro cittadino
– predisposizione di una rete di collaborazione che coinvolga i soggetti interessati: associazioni albergatori e ristoratori, proloco, associazione guide, istituzioni culturali e museali, ecc.
– predisposizione di un progetto “turismo e disabilità”: audio guide, percorsi agevolati, informazioni in braille, ecc.
– allocazione della tassa di soggiorno, che deve essere fatta rientrare nel bilancio di previsione nell’ottica di un reinvestimento nella promozione culturale e turistica della città. Le risorse finanziarie derivanti da questa importante entrare per il Comune devono motivare ancora di più sul tema di “come trattenere i turisti” ad alloggiare a Treviso, tema che mette in moto un percorso di economia virtuoso sia per i soggetti privati che per tutta la comunità.

Facebook Comments

You may also like

“Il Muro”: emozioni e testimonianze al Teatro Del Monaco

"Dall'altra parte avevo mia figlia piccola. Quella notte