Ca' Farsetti
Ca' Farsetti

La Giunta comunale di Venezia, riunitasi nei giorni scorsi, ha approvato due delibere che vanno nella direzione di dare un sostegno concreto, per quello che è consentito per legge al Comune, a chi si sta trovando ad affrontare le ripercussioni economiche della pandemia da Covid 19. Con la prima delibera la Giunta ha prorogato al 31 gennaio 2021 le tariffe agevolate di accesso alla ZTL Bus stabilite con deliberazione di Giunta Comunale n° 166 del 12 giugno 2020, che prevedevano una riduzione del 50% di tutte le tariffe per gli accessi alla ZTL BUS prenotati e pagati entro la fine dello stato di emergenza. Con la seconda delibera si è proceduto a posticipare anche in questo caso al 31 gennaio 2021, la sospensione dei pagamenti rateizzati in materia edilizia e per i debiti tributari, prorogando quanto già disposto con deliberazioni n° 94 del 9 aprile 2020 e n. 275 del 31 agosto 2020 che avevano disposto la sospensione dei versamenti scadenti nel periodo aprile – ottobre. In particolare, la disposizione riguarda i piani di rateizzazione dei versamenti dei titoli in essere ai sensi dell’art. 16, commi 2 e 3 del D.P.R. 380/2001 e i piani di rateizzazione sottoscritti a seguito di dell’emissione di avvisi di accertamento, accertamenti con adesione, conciliazioni e mediazioni tributarie in materia di Ici, Imu, Tasi, Tari, Cimp e Cosap. Il provvedimento stabilisce altresì che lo slittamento non genera ulteriori interessi rispetto a quelli derivanti dai piani iniziali.

“Si tratta di due importanti provvedimenti – commenta l’assessore al Bilancio Michele Zuin – che riusciamo a sostenere grazie al puntuale lavoro di efficientamento dei conti che abbiamo realizzato in questi anni e che, come abbiamo dimostrato con l’approvazione del bilancio consolidato, ha generato liquidità in grado di consentirci di posticipare questi pagamenti per la cittadinanza. Ulteriori misure che vanno ad aggiungersi alle tante già prese nel corso di quest’anno che sono andate proprio nella direzione di spostare le scadenze il più possibile compresa, ad esempio, la Cosap che ad ora è prevista al 31 dicembre. Nei mesi scorsi abbiamo posticipato termini di versamento di imposte e tasse, riduzione di quanto dovuto a titolo di Cosap e Cimp per le attività economiche, riduzione dei canoni per le associazioni e per gli utilizzi degli impianti sportivi. E’ chiaro che di più non possiamo fare perché non possiamo rinunciare agli incassi almeno che non ci sia una legge specifica dello Stato che ne stabilisca, anche, le risorse compensative per gli enti locali”.

“Una decisione, quella di procedere con una sensibile scontistica per i bus che vogliono arrivare a Venezia – continua l’assessore alla Mobilità Renato Boraso – che abbiamo deciso di assumere già da giugno anche al fine di favorire un incremento degli accessi alla ZTL Bus, e quindi accelerare la ripresa economica del settore turistico che ha visto negli ultimi mesi una grande contrazione e che così potrebbe permanere anche in quelli prossimi. Vuole essere questo uno dei tanti gesti di attenzione verso delle categorie che sono state messe in ginocchio dalla Pandemia e che vorremmo riuscire a incentivare a tornare in città”.