Agriturist Confagricoltura, alla guida c’è Sarah Dei Tos

Agriturist Confagricoltura, alla guida c’è Sarah Dei Tos

- in Economia, Le ultime
157
0
Sarah Dei Tos presidente di AgrituristSarah Dei Tos presidente di Agriturist

Sarah Dei Tos, titolare dell’agriturismo e azienda vitinicola “La Vigna di Sarah” di Vittorio Veneto, è stata eletta presidente di Agriturist Treviso, l’associazione degli  agriturismi di Confagricoltura. La giovane imprenditrice, 31 anni, prende il posto di Paola Baccini e sarà affiancata dal vicepresidente DoFlorian von Stepsky Doliwa dell’agriturismo Rechsteiner, di San Niccolò di Ponte di Piave, e sei consiglieri. Il nuovo presidente è stato votato all’unanimità dall’assemblea elettiva di Agriturist, che si è svolta nella sede di Confagricoltura Treviso. Vulcanica e intraprendente, dopo la laurea alla Bocconi ha deciso di rientrare a Vittorio Veneto e dedicarsi al vino, mettendo in piedi anche il progetto della vendemmia notturna, oggi imitato da molti altri vinicoltori.

Sarah Dei Tos presidente di Agriturist
Sarah Dei Tos presidente di Agriturist

"Marca Trevigiana, il settore turismo può crescere ancora"

Dei Tos nel nuovo incarico vede una sfida per gli agriturismi della Marca: “Sono convinta che tutta la nostra provincia possa e debba crescere tanto nel mondo del turismo – dice – Dal 2014 i numeri dei nostri ospiti nel Trevigiano sono lievitati, con un vero e proprio boom quest’anno che ha visto un massiccio arrivo di americani, inglesi, tedeschi e perfino australiani. Gli stranieri sono attratti in primis dal fenomeno Prosecco, ma poi si innamorano dei nostri paesaggi e della nostra cultura e vogliono conoscere tutto del nostro lifestyle e delle nostre tradizioni. Se in futuro arriverà il riconoscimento Unesco di patrimonio dell’umanità per le colline del Prosecco, potremmo arrivare a incrementare fino al 60 per cento i numeri degli arrivi turistici. Perciò dobbiamo farci trovare pronti a offrire il massimo dell’accoglienza e dei servizi. I nostri agriturismi si sono un po’ seduti e lavorano disgregati: dobbiamo invece fare rete, creare un collegamento tra noi e con gli altri attori del turismo, sfruttare di più le risorse del territorio e scambiarci le informazioni, per crescere in qualità e dare il massimo ai nostri ospiti”.

cantina-03

Agriturismi, meno burocrazia e regole chiare per tutti

Alle istituzioni gli agriturismi trevigiani chiedono più sostegno e meno burocrazia: “Abbiamo bisogno di norme snelle che ci aiutino nel nostro lavoro anziché ostacolarci – sostiene Sarah Dei Tos - Ci auguriamo di poterci confrontare presto con gli amministratori per un obiettivo comune, che è quello di far crescere l’economia del nostro territorio”. Leonardo Granata, presidente di Agriturist Veneto, plaude alla nomina della giovane trevigiana: “Abbiamo bisogno di energie fresche come la sua per dare nuova linfa al settore – sottolinea -, nella consapevolezza che l’agriturismo possa uscire da quella riserva indiana in cui molti vorrebbero relegarci. Cioè che chiediamo sono regole chiare e uguali per tutti, ma senza alimentare burocrazia e controlli asfittici che tarpano le ali al turismo rurale, un settore che sta vivendo un grande momento di espansione”.

Aziende agrituristiche al passo con i tempi

Per Lodovico Giustiniani, presidente di Confagricoltura Treviso, è fondamentale che le aziende agrituristiche riescano a stare al passo con i tempi per essere pronte alle sfide future come l’enoturismo e il potenziale riconoscimento dell’Unesco: “L’agriturismo sta assumendo una crescente importanza e questo richiede sforzi da parte delle aziende di adeguarsi alle richieste del mercato, che può dare ottime opportunità. Gli appassionati del turismo rurale sono disposti a spendere, vogliono mangiare bene, vogliono alloggi di qualità. Perciò le aziende devono offrire servizi all’altezza, mentre il pubblico deve sostenere il comparto con servizi, infrastrutture e la comunicazione”.

Secondo i dati della Regione Veneto, a dicembre 2018 gli agriturismi in Veneto sono 1.484, con numeri in lieve crescita rispetto ai 1.465 del 2017, di cui 696 offrono anche un servizio di ristorazione e 100 fanno agricampeggio. Oltre 14.000 i posti letto offerti. Treviso è sempre seconda in Veneto per numero di agriturismi (309) dopo Verona (421). Seguono Vicenza (243), Padova (191), Venezia (136), Belluno (130) e Rovigo (54).

 

Facebook Comments

Leggi anche

Treviso: nuove tecnologie, innovazione e startup

Non sarà la Silicon Valley, ma il territorio