La Polizia Locale di Venezia durante uno sgombero - foto di repertorio
La Polizia Locale di Venezia durante uno sgombero - foto di repertorio

Progetto Oculus, due interventi del Servizio Sicurezza Urbana della Polizia locale. Pesce: “Continua un’importante attività contro il degrado”.

Nell’ambito dei controlli rientranti nel progetto Oculus, questa mattina la Polizia Locale si è recata in un’area di via Calabria, in quello che un tempo era lo spogliatoio di un campo sportivo. Il personale della Municipale ha individuato tre giacigli, indumenti, rifiuti vari sia all’esterno che all’interno, oltre a cibo e bevande.

“Grazie alla segnalazione pervenutaci dal presidente della Municipalità di Chirignago e Zelarino, l’area di via Calabria era stata attenzionata dal Servizio Sicurezza Urbana. Oggi è stato effettuato lo sgombero dei giacigli da parte di Veritas e provveduto alla messa in sicurezza con il supporto della Polizia Locale – spiega l’assessore alla Sicurezza, Elisabetta Pesce – Un’importante attività del Programma Oculus che conferma l’efficacia del servizio contro il degrado su tutto il territorio comunale”.

Sempre nella giornata di oggi, il Servizio Sicurezza Urbana ha effettuato una bonifica all’ex asilo di piazza Sant’ Antonio 16. Nessuna persona è stata trovata all’interno. Sono stati, invece, rinvenuti due vecchi giacigli ed uno più recente, oltre a cibo e bevande.