L’offerta di accoglienza dei visitatori del Museo Santa Caterina si arricchisce con l’arrivo di
una App che potrà essere utilizzata come audioguida durante le visite.

Il software, realizzato da D’Uva, azienda che da 60 anni collabora con Musei e Chiese in
tutta Italia, è già scaricabile dagli store Google Play e App Store: si potrà fruire dei contenuti anche in assenza di connessione wi-fi o di rete internet e darà accesso a tutte le
informazioni e ai tour multimediali completi. Con un semplice tocco sul proprio display, i
visitatori potranno avere accesso a immagini e contenuti, scegliendo in totale autonomia
cosa approfondire e immergendosi in un tour indimenticabile, trasformando un viaggio
culturale in un’esperienza anche digitale. L’audioguida realizzata per il Museo Santa
Caterina fornisce ai visitatori uno strumento utile e intuitivo che mette a disposizione tutte le indicazioni per la visita agli affascinanti percorsi del complesso: la narrazione accompagna i
turisti raccontando i luoghi e le opere, illustrandone le vicende e la storia in maniera
coinvolgente e immediata.
I contenuti sono disponibili in due lingue, italiano e inglese, e si articolano in tre diversi
percorsi: Chiesa di Santa Caterina, Museo archeologico e Pinacoteca, accessibili dalla
homepage. Una ricca esperienza che propone circa 40 minuti di audio multilingue, 34 punti
di ascolto e 147 immagini di alta qualità.
Nel design dell’applicazione di trasmissione dei contenuti, memorizzata nella audioguida
sono state seguite le linee guida di Google e Apple tenendo in considerazione tutti gli
elementi dell’esperienza utente (accessibilità, architettura dei contenuti, interazione, design,
ecc.), sviluppati in armonia con l’identità visiva del Museo Santa Caterina.
I Musei Civici sono in possesso di 40 dispositivi che potranno essere consegnati
gratuitamente ai visitatori e che verranno igienizzati dopo ogni utilizzo in ottemperanza ai
protocolli anti Covid-19. In alternativa i visitatori possono scaricare la app gratuitamente da
Google Play e App Store sul proprio telefono.

«Il bello della creazione di una vera e propria App è la piena fruibilità, anche da casa e non
solo al museo», afferma l’assessore ai Beni Culturali e Turismo, Lavinia Colonna Preti.

«Inoltre il visitatore è libero di scegliere il percorso che preferisce e le opere che vuole
vedere a seconda del tempo che ha a disposizione. Prossimamente creeremo anche la App
dedicata ai bambini. Si tratta di un importante aggiornamento per i nostri Musei Civici, che
ora saranno dotati di un mezzo tecnologico per rendere più confortevole e immersiva la
visita del nostro patrimonio artistico».