Polizia Locale in azione in via Ca' Marcello (foto di repertorio)
Polizia Locale in azione in via Ca' Marcello (foto di repertorio)

Una denuncia per spaccio ai danni di un pusher colto il flagranza di reato e due ordini di allontanamento dal Rione Piave a Mestre. E’ il bilancio dell’attività di controllo svolta dalla Polizia locale nello scorso fine settimana nei controlli antidroga sul territorio. Due, in particolare, gli interventi che hanno riguardato la zona tra la stazione ferroviaria e via Dante e l’area intorno a via Ca’ Marcello, vicino al parcheggio Avm.

Nel primo caso, nel pomeriggio di domenica scorsa, 28 marzo, operatori in borghese del Nucleo operativo, in perlustrazione con i colleghi del Nucleo cinofilo, hanno osservato un un 32enne della zona, a loro noto come consumatore di sostanze stupefacenti, spostarsi verso via Dante per incontrare un’ altra persona che, dopo un breve dialogo, gli ha consegnato un involucro di colore bianco ricevendo in cambio una banconota. Il tutto è avvenuto sotto gli occhi degli agenti che hanno seguito entrambi mentre si allontanavano dalla zona.

L’unità cinofila ha fermato l’acquirente in via Fogazzaro, con gli operatori che si sono fatti consegnare l’involucro e hanno riscontrato che si trattava di eroina. Un’altra pattuglia in borghese, invece, ha bloccato lo spacciatore che nel frattempo si era spostato verso il vicino piazzale dei bus “Atvo”. Lo hanno identificato e hanno riscontrato che si trattava di un cittadino straniero, 24enne, già noto alle forze dell’ordine con a carico una denuncia per spaccio di stupefacenti, avuta nel 2020, oltre a precedenti per resistenza a pubblico ufficiale risalenti al 2018.

Il pusher è stato perquisito e gli agenti hanno ritrovato nel borsello che portava a tracolla un portafogli contenente una carta d’identità ed una tessera sanitaria intestati ad un ragazzo residente nel Padovano, una postepay e una boccetta di metadone senza etichetta, per la quale l’uomo non ha saputo giustificare il possesso e la provenienza. E’ stato quindi denunciato in stato di libertà per spaccio e ricettazione, mentre al consumatore è andata una sanzione di 450 euro con Daspo urbano dalla zona.

Nelle stesse ore, sempre in un pattugliamento per il contrasto allo spaccio, agenti del Nucleo di Pronto impiego della Polizia Locale hanno fermato nel parcheggio Avm di via Ca’ Marcello due persone trovate in possesso di eroina e cocaina. Durante l’intervento degli operatori uno dei due consumatori stava assumendo lo stupefacente ed è quindi stato sanzionato con un Daspo urbano.

Come riferisce la Polizia locale del Comune di Venezia, da inizio 2021 sono già quaranta gli Ordini di allontanamento emessi per questioni che riguardano spaccio e consumo di droga, in gran parte concentrati nel Rione Piave a Mestre.