Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia al raduno della Lega a Pontida, 15 settembre 2019. ANSA / FILIPPO VENEZIA

“Il riconoscimento che giunge nel capoluogo della Marca, è un’ulteriore gemma che premia la nostra terra, è l’ennesima medaglia sul petto della regione più sportiva d’Italia. Mi congratulo con tutta l’Amministrazione comunale e i cittadini che hanno lavorato per questo prestigioso traguardo”.

Così il Presidente della Regione Luca Zaia si felicita per il conferimento a Treviso del titolo di “Città europea dello sport 2022”.

“Treviso merita l’ambito titolo per la sua tradizione sportiva ad alto livello che storicamente la ha sempre contraddistinta come città e come territorio nelle più varie discipline – prosegue il Governatore -. Un riconoscimento che, pochi giorni fa, ha avuto come auspicio il passaggio della grande carovana rosa del Giro, manifestazione che nella Marca ha ormai uno dei suoi riferimenti più importanti”.

Il titolo ottenutoconclude Zaiaè un successo del mondo sportivo trevigiano ma è anche l’ennesima affermazione che conferma la grande considerazione internazionale di cui gode il Veneto. Insieme all’assegnazione dei Mondiali di Sci 2021, delle Olimpiadi Invernali 2026, del riconoscimento delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene come Patrimonio dell’Umanità Unesco, e la nomina di Padova a città europea del Volontariato, infatti, forma una recente catena di successi positivi che è nostra intenzione proseguire”.