Le vaccinazioni anti-COVID in una delle sedi dell'Ulss 3 Serenissima
Le vaccinazioni anti-COVID in una delle sedi dell'Ulss 3 Serenissima

Il primo dato dice della risposta fornita dalla popolazione al nuovo sistema di adesione alla campagna vaccinale: sono infatti 5300 gli utenti dell’Ulss 3 Serenissima che si sono “prenotati” nelle ultime 12 ore: “Persone anziane e soggetti fragili – spiega il Direttore Generale Edgardo Contato – dimostrano di volere il vaccino, e dicono tutta la loro disponibilità ad utilizzare il sistema di prenotazione: da ieri sera a oggi a mezzogiorno ben 5300 persone sono entrate nel Sito o hanno contattato il CUP ed hanno fissato il loro appuntamento. Si conferma l’efficacia di un sistema che ora è regionale ma riguardo al quale la nostra Azienda sanitaria ha fatto da apripista; e grazie a questo sistema tutte queste persone, e in sostanza tutte le persone anziane del nostro territorio, saranno vaccinate entro la prima metà di aprile”.

Con questo obiettivo da ieri sera l’adesione alla vaccinazione nei punti dell’Ulss 3 Serenissima è possibile anche per le persone che stanno nella fascia di età tra i 70 e i 79 anni: “E’ un altro segnale positivo per la nostra Ulss 3: infatti, solo le Aziende sanitaria che hanno vaccinato o prenotato almeno l’80% degli utenti con più di 80 anni, e l’Ulss 3 ha ottenuto questo risultato, possono oggi allargare la platea agli over 70. Questa fascia di età ha quindi un duplice riferimento: da una parte il proprio medico di medicina generale, che ha la facoltà di somministrare il vaccino, dall’altra la via della prenotazione in uno dei punti vaccinali dell’Ulss 3. L’Azienda sanitaria opera in proposito in accordo con i medici di medicina generale: sono informati di questo allargamento della platea e sanno che la sanità pubblica non può perdere alcuna occasione di allargare la platea delle persone vaccinate”.

Ancora una nota positiva per l’Ulss 3 Serenissima, e riguarda la disponibilità dei vaccini: “Possiamo dire che nella nostra Ulss 3 siamo in grado di garantire il vaccino – sottolinea il Direttore Contato – a tutte le persone che hanno aderito e hanno un appuntamento nei prossimi giorni. Non dobbiamo quindi interrompere il programma o disdire l’appuntamento degli utenti. Garantiamo quindi continuità fino alla data in cui sono previsti i nuovi arrivi, e la garantiamo anche per il futuro, a patto che non ci siano ulteriori ammanchi o ritardi nelle forniture”.

Nei prossimi giorni, da qui alla fine della settimana, l’Ulss 3 Serenissima è pronta ad effettuare circa 4000 vaccinazioni al giorno. A questo fine utilizza i vaccini a disposizione: “Gestiamo tutti i vaccini che sono nella nostra disponibilità – spiega il Direttore Generale – e li somministriamo in piena adesione alle linee guida nazionali e regionali. In base a queste precise indicazioni si utilizzano i vaccini, che siano Pfizer, Moderna o Astra Zeneca: chi ha l’occasione di vaccinarsi lo faccia non come chi va al supermercato e chiede di scegliere, ma affidandosi alle valutazioni dei sanitari, che sono fatte a garanzia dell’utente”