Nel rispetto della legge n.59 del 19 giugno 2020, con “Disposizioni urgenti in materia di consultazioni elettorali per l’anno 2020”, e del decreto legge n.103 del 14 agosto 2020 sulle “modalità operative precauzionali e di sicurezza per la raccolta del voto nelle consultazioni elettorali e referendarie dell’anno 2020”, in applicazione inoltre del “Protocollo sanitario e di sicurezza per lo svolgimento delle consultazioni 2020” sottoscritto dal Ministro dell’Interno e dal Ministro della Salute, l’Amministrazione comunale ha messo a punto un “Piano operativo anticontagio” per garantire lo svolgimento in sicurezza delle elezioni comunali, regionali e del referendum sulla riduzione del numero di parlamentari. Il Piano è stato integrato dopo una riunione di coordinamento che si è svolta l’11 settembre scorso durante il Comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica in Prefettura a Venezia e potrà essere aggiornato in base a eventuali mutamenti della pandemia da Covid-19.

Domenica 20 e lunedì 21 settembre, dunque, l’elettore dovrà rispettare alcuni precisi comportamenti per entrare nel seggio e votare: obbligatorio naturalmente indossare la mascherina e attenersi alle regole igieniche anticontagio che saranno ricordate con apposita segnaletica. In corrispondenza dell’ingresso di ogni sede elettorale sarà posizionata una stazione di igienizzazione delle mani con dispenser gel-idroalcolico, mentre l’attesa in eventuali atri o altri spazi interni potrà avvenire prioritariamente per persone “fragili”, come anziani o cittadini affetti da difficoltà motoria o sensoriale, garantendo il distanziamento interpersonale di almeno 2 metri (sarà posizionata a terra apposita segnaletica) e l’areazione continua dei locali. Eventuali ascensori potranno essere utilizzati da anziani o persone con ridotta capacità motoria o sensoriale, da un solo utente con accompagnatore o nucleo famigliare per volta.

Al momento dell’accesso nel seggio, l’elettore dovrà igienizzarsi le mani con il gel idroalcolico messo a disposizione nelle vicinanze della porta, dopodiché potrà avvicinarsi ai componenti del seggio per l’identificazione e per ricevere scheda e matita. Dopo aver votato, è consigliata una ulteriore igienizzazione delle mani, mentre la matita utilizzata sarà subito disinfettata prima di essere affidata all’elettore successivo. Una novità rispetto alle consultazioni precedenti, dettata dalla necessità di ridurre al minimo il rischio contagio, è costituita dal fatto che sarà proprio l’elettore, dopo essersi recato in cabina e aver votato, a inserire la scheda ripiegata nell’urna.

Sarà compito del presidente di seggio elettorale vigilare all’interno della sezione sul rispetto del distanziamento sociale e assicurarsi che gli elettori indossino correttamente la mascherina; negli ingressi e nei corridoi vi sarà un delegato comunale, coadiuvato, nelle sedi più grandi, da un addetto agli ingressi incaricato dal Comune: avranno il compito di gestire il flusso di elettori, bloccandolo in caso di loro numero troppo elevato all’interno degli edifici, dove saranno predisposti percorsi differenziati e indipendenti di ingresso e di uscita. Un addetto comunale si occuperà di gestire la situazione nelle aree di attesa interne, collaborando con le forze dell’ordine.

Il piano operativo prevede anche la gestione di un caso sospetto di positività da Covid-19: nel caso in cui un componente del seggio, un delegato comunale, un agente, un elettore o un rappresentante di lista abbia febbre o sintomi da infezione respiratoria, dovrà dichiararlo immediatamente al presidente o ai presenti e si dovrà procedere al suo immediato isolamento in un locale apposito individuato all’interno della sede elettorale. In base alle disposizioni dell’autorità sanitaria, la persona sintomatica dovrà essere invitata a rientrare nella propria residenza/dimora avvisando il proprio medico di medicina generale.

Prima, durante e al termine di ogni giornata elettorale sarà assicurata una periodica approfondita disinfezione dei locali, dei servizi igienici, delle cabine elettorali e delle superfici di contatto come tavoli, maniglie, corrimano e pulsantiere degli ascensori. I presidenti di seggio venuti a conoscenza di casi di Covid-19 dovranno scrivere a una apposita mail per chiedere una sanificazione straordinaria degli spazi.

L’allestimento dei seggi avverrà venerdì 18 settembre tra le ore 14 e le 19, mentre la loro rimozione si svolgerà durante la giornata di mercoledì 23 settembre, tra le ore 8 e le 17. Le scuole coinvolte nell’attività dei seggi potranno quindi riprendere le attività giovedì 24 settembre. Lo stesso piano operativo entrerà in gioco anche per un eventuale ballottaggio.

Sì ricorda che non sarà consentito l’accesso ai seggi alle persone sottoposte a quarantena o a isolamento fiduciario che non abbiano già presentato richiesta di voto domiciliare entro la giornata di oggi, martedì 15 settembre.