Emergenza caldo: Treviso a servizio degli anziani

Emergenza caldo: Treviso a servizio degli anziani

- in Le ultime
419
0
anziani-1

E’ scoppiata l’estate a Treviso, e con essa è arrivato pure il gran caldo africano tipico di Luglio. Fortunatamente Ca’ Sugana a varato anche quest’anno la sua iniziativa rivolta agli anziani over 65 residenti nel Comune di Treviso, finalizzata ad offrire  un sollievo nelle giornate di caldo torrido durante il periodo estivo.
Fino a metà settembre sarà infatti possibile prenotare un posto presso i Centri di Servizi per Anziani dell’ISRAA (Casa Albergo, Zalivani, RACT, Menegazzi), tutti dotati di aria condizionata.
La disponibilità complessiva è di 22 accessi diurni.

Le condizioni e le modalità per l’accesso sono le seguenti:
– il servizio è rivolto a persone con età superiore ai 65 anni e residenti a Treviso;
– le persone devono essere lucide, deambulanti e autonome, anche nell’eventuale assunzione di farmaci;
– le residenze ISRAA saranno aperte dalle 9.00 alle 18.00 di ogni giorno;
– la richiesta di accesso diurno va fatta, dalle 9.00 alle 18.00, al numero 0422-414750, indicando la sede residenziale prescelta fra le quattro indicate;
– la prenotazione del pasto (costo € 7,00) dev’essere fatta con due giorni di anticipo presso le portinerie delle residenze.

  • Iscriviti al Social TG+
    Iscriviti al Social TG+
    Iscriviti al Social TG+

Un’iniziativa fondamentale dopo che la Regione aveva dichiarato lo stato di allarme climatico per l’8 e il 9 luglio:

“È un invito che in questo caso vogliamo rivolgere con una cortese insistenza – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla coesione sociale del Comune di Treviso Roberto Grigoletto le elevate temperature annunciate per i prossimi giorni non devono essere sottovalutate e ai nostri concittadini più anziani che vivono magari senza impianto di condizionamento, raccomandiamo di approfittare della ospitalità delle nostre case Israa e di non rimanere da soli. Nel contempo faccio appello a tutti di segnalare ai nostri servizi sociali casi di conoscenti o vicini che potrebbero aver bisogno dell’aiuto del Comune”.

Facebook Comments

Leggi anche

A Cena con Goldoni: stasera 21 febbraio “cibo&teatro” a Villorba

Cibo & Teatro: un connubio che prende forma