L’EFF 2024 si presenta in conferenza stampa martedì 16 luglio 2024, ore 12:00, a Treviso e in diretta Facebook e Instagram

 

Il cinema delle nuove generazioni sarà protagonista della sesta edizione dell’Edera Film Festival, Festival Internazionale di Cinema Under 35, in programma a Treviso dal 17 al 20 luglio 2024, organizzato dall’Associazione Culturale Orizzonti e in collaborazione con il Cinema Edera. 

Registe e registi giovani, non solo anagraficamente, ma anche nello spirito e nella freschezza dello stile, guideranno lo spettatore verso storie e temi centrali del mondo contemporaneo sfruttando al massimo le potenzialità del linguaggio cinematografico.

Trentasei film in concorso: 6 lungometraggi, 6 documentari, 12 cortometraggi, 12 opere proposte nella sezione Focus Nordest, vetrina dei migliori talenti del territorio. 

Nutrita la partecipazione di film internazionali, dalla Francia alla Turchia, dalla Bosnia-Erzegovina all’Irlanda, dalla Repubblica Ceca alla Germania, per ribadire la vocazione globale dell’Edera Film Festival e il suo compito di mettere in dialogo culture e paesi diversi, nello spirito di una reciproca comprensione e arricchimento.

Importante è anche il coinvolgimento degli studenti trevigiani, protagonisti del documentario di chiusura del festival,Il Villaggio – Appunti sul quartiere di San Liberale, Treviso, realizzato dagli studenti del progetto “Finestre sul mondo”: Laboratorio, Cinema, Territorio.

Particolarmente significativa sarà inoltre la proiezione quale evento speciale del film Tiziano Terzani: il viaggio della vita, di Mario Zanot, in occasione del ventennale della scomparsa del grande giornalista e scrittore, che aprirà l’ultima giornata di festival sabato 20 luglio. Verrà presentato in conferenza stampa dalla figlia Saskia Terzani

Un’attenzione all’universo giovanile sottolineata dal panel organizzato nella giornata conclusiva del festival, Il futuro dei giovani nel mondo del lavoro, promosso da Generali Italia e impreziosito dai contributi di Arianna Cattarin (Responsabile Career Service Ca’ Foscari), Marina Collautti (Head of Employer Branding, Recruiting & Mobility Generali Italia), e Maria Roberta Novielli (Direttrice artistica Ca’ Foscari Short Film Festival).

Le Giurie Tecniche, formate da prestigiosi esponenti del mondo dello spettacolo, dell’arte e della cultura, avranno il compito di valutare le opere in concorso e assegneranno il Premio al Miglior Film per ciascuna delle quattro sezioni del concorso. In continuità con le passate edizioni, a questi Premi saranno affiancati quelli assegnati dalla Giuria del Pubblico e da tre Premi Speciali, a testimonianza delle sinergie che l’Edera Film Festival stabilisce e coltiva con importanti realtà culturali, sociali ed imprenditoriali. Si confermano, infatti, il Premio Astoria – Celebrating Life riservato al miglior film incentrato sui temi dell’inclusione, della tolleranza e della multiculturalità, il Premio Fondazione Benetton Studi Ricerche “Paesaggi che cambiano”, destinato ad un’opera che rappresenta in maniera significativa il tema del paesaggio nella sua continua evoluzione, e il Premio Rotary Club Treviso Terraglio, al miglior cortometraggio a tema sociale. E protagonisti saranno anche gli spettatori, chiamati ad esprimere il loro voto e a contribuire all’attribuzione dei Premi del Pubblico per le sezioni in concorso.

Il programma completo e ulteriori novità sulla 6^ edizione dell’EFF saranno rese note nel corso della conferenza stampa prevista per martedì 16 luglio alle ore 12.00, alla presenza del Sindaco Mario Conte, dell’Assessore alla Cultura Maria Teresa De Gregorio e degli organizzatori.

L’Edera Film Festival – opportuno ricordarlo – è patrocinato dalla Regione del Veneto, dal Comune di Treviso, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, da Fondazione Benetton Studi Ricerche e da Rotary Club Treviso Terraglio. E’ reso possibile grazie alla collaborazione di una rete di sponsor e partner del territorio e si avvale della direzione artistica della regista e giornalista Gloria Aura Bortolini, dello storico del cinema Giuseppe Borrone e della direttrice del Cinema Edera e Presidente FICE Giuliana Fantoni.