Mercatone Uno, la Regione Veneto segue gli sviluppi

Mercatone Uno, la Regione Veneto segue gli sviluppi

mercatone-uno

Non si sono spenti i riflettori delle amministrazioni pubbliche sul crack della Mercatone Uno, una bancarotta che ha lasciato ampi strascichi tanto tra la clientela quanto tra le maestranze: la catena di 55 punti vendita nel settore arredamento e casalinghi, di cui 4 in Veneto, è stata acquisita da Shernon Holding ed è fallita a maggio. Un ulteriore incontro si è svolto ieri al Ministero dello Sviluppo Economico in merito alla vicenda. Al tavolo, dedicato in particolare alle prospettive di acquisizione del gruppo e alla situazione dei 1731 dipendenti in cassa integrazione a zero ore,  hanno partecipato i rappresentanti del Ministero, i nuovi commissari dell’amministrazione straordinaria e i rappresentanti delle 14 regioni nelle quali hanno sede gli stores chiusi a maggio. La Regione Veneto era presente con l’unità regionale di crisi guidata da Mattia Losego.

L’incontro è stato focalizzato in particolare sull’attività di ricerca di possibili acquirenti svolta dall’amministrazione straordinaria. I tre commissari hanno dichiarato al momento il possibile interessamento di alcuni soggetti, ai quali è stato aperto l’accesso al dataroom aziendale. A fine ottobre i soggetti interessati saranno chiamati ad esprimersi con una manifestazione concreta, e quindi si potrà iniziare a comprendere l’eventuale nuovo perimetro aziendale di Mercatone Uno.

La Regione del Veneto ha confermato con la propria presenza attiva nel continuare a seguire da vicino la vicenda,  in stretto raccordo con le altre Regioni, il Ministero dello sviluppo economico e le organizzazioni sindacali territoriali, al fine di attivare ogni strumento utile di propria competenza nel momento più opportuno.

Facebook Comments

Leggi anche

Bagnara in dolce attesa, Ponzano perde la sua stella

Una vera disdetta o un imprevisto comunque spiazzante. Benedetta