Spacciatore arrestato dalla Polizia Locale di Venezia
Lo spacciatore arrestato dalla Polizia Locale di Venezia

La Polizia locale di Venezia ha arrestato nel pomeriggio di ieri, 9 agosto, un giovane per spaccio di stupefacenti al termine di un’attività di controllo in Riviera XX Settembre – via Verdi, dove gli agenti avevano notato un raggruppamento sospetto di diversi ragazzi. Alla vista dell’unità cinofila antidroga – riferisce il Comando – uno dei ragazzi del gruppo ha cominciato a dare segni di inquietudine, tentando di nascondersi dagli agenti.

Gli operatori della Polizia locale, che hanno riconosciuto il ragazzo per trascorsi legati allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno chiamato in rinforzo i colleghi del Nucleo di Pronto impiego.

Il ragazzo si è quindi avvicinato al canale che scorre tra le due vie e ha gettato in acqua due involucri. Bloccato dagli agenti è stato posto sotto controllo della Polizia locale.

Per recuperare il materiale finito in acqua, un agente è entrato in un negozio etnico della zona e si è fatto prestare un retino telescopico con cui è riuscito a recuperarei due involucri, che contenevano 11 ovuli di cocaina pronto spaccio.

Il giovane è stato arrestato e portato, su disposizione dell’Autorità giudiziaria, nella camera di sicurezza della Polizia locale al Tronchetto.

Lo spacciatore è stato condotto questa mattina davanti al giudice che ha convalidato l’arresto e lo ha condannato a 10 mesi di reclusione, 1400 euro di multa e al divieto di dimora in Veneto.