SLAPSTICK COMEDY: RISCOPRIRE IL CINEMA MUTO DEGLI ANNI 20

SLAPSTICK COMEDY: RISCOPRIRE IL CINEMA MUTO DEGLI ANNI 20

- in Cinema plus, Cronaca, Le ultime
3747
0
Slapstick comedy (4)

La nuova rassegna cinematografica organizzata da Cineforum Labirinto e TRA – Treviso Ricerca Arte è una chicca da non perdere. Quattro appuntamenti a scadenza mensile, con obiettivo la riscoperta del cinema comico degli Anni Venti e dei protagonisti che l'hanno reso famoso e in auge negli Stati Uniti.

I volti che vedremo proiettati durante le serate non saranno quelli conosciuti a tutti, saranno invece tendenzialmente poco conosciuti ma importantissimi per la storia del cinema e in particolare per il periodo muto. Nella speciale location di Ca' dei Ricchi si è già svolto il primo appuntamento con la pellicola “Seven years bad luck” che vede Max Linder protagonista, per 60 minuti di pure risate. Quello che rende indimenticabili e imperdibili gli appuntamenti in questione è la sonorizzazione dal vivo, durante la visione del film un musicista accompagna lo svolgersi della storia con la propria musica. Il 4 marzo ad accompagnare le avventure di Linder c'era il pianoforte di Bruno Cesselli, musicista jazz e compositore per la Zerorchestra di Pordenone.

La stanza dedicata alla rassegna al primo incontro era piena e dopo l'introduzione dei ragazzi di Cineforum Labirinto e di Cesselli la magia è cominciata. La proiezione e la musica si sono sposate perfettamente e grazie alla semplicità della narrazione e alle Gags messe in scena da Linder, le risate non si sono fatte aspettare. Incredibilmente un film del 1921 riesce a far ridere un pubblico del 2016 e ad emozionare grazie all'accompagnamento musicale dal vivo. La Slapstick Comedy è un sottogenere dei film comici, il suo linguaggio risulta forte perché diretto ed essenziale.

Mentre il primo film racconta di un uomo che tenta di sfuggire alla sfortuna, la seconda pellicola narra di un calzolaio che partecipa ad una maratona per conquistare il premio in denaro e l'amore di una fanciulla. Il primo aprile, infatti, c'è il secondo appuntamento della rassegna che avrà come protagonista Harry Langdon nel film “Tramp tramp tramp”, a suonare dal vivo il pianoforte ci sarà il veneziano Silvio Bortolozzo.

La rassegna “Slapstick Comedy” vuole rendere gli spettatori attivi e partecipi, proprio per questo motivo ha organizzato una votazione individuale alla conclusione del film, per rendere il pubblico attivo e perché abbia una maggiore attenzione alla pellicola e al suo protagonista: nel momento in cui si arriva a Ca' dei Ricchi ogni ospite riceve un cartoncino con la foto dell'attore e i numeri segnati dall'uno al cinque. Alla conclusione della proiezione, prima di uscire, ognuno dovrà strappare il biglietto sul voto che vuole dare al film, così si avrà una valutazione generale che al primo appuntamento ha dato questo risultato:

Pubblico 4,68

Stampa 4,4

Il prossimo film in programma è per l'1 aprile in due orari: alle 20 o alle 22, l'ingresso è gratuito ma la prenotazione è consigliata.

Un progetto interessante e culturalmente di alto livello che permette di riscoprire l'amore per il cinema e per la sua semplicità, con buona musica e tante risate.

Tutte le informazioni le trovate qui: https://cineforumlabirinto.wordpress.com/2016/02/07/slapstick-comedy/

Erika Marchi

Slapstick comedy (1) Slapstick comedy (2) Slapstick comedy (3) Slapstick comedy (5) Slapstick comedy (6) Slapstick comendy

Facebook Comments

Leggi anche

OFFI-CINE Veneto sulle ali del Leone

Alla 73° MOSTRA DEL CINEMA OFFI-CINE veneto ha