Un nuovo pullmino per il centro sollievo Alzheimer

Un nuovo pullmino per il centro sollievo Alzheimer

- in Le ultime, Salute
173
0
Alzheimer

Da una brutta, tragica news di cronaca legata all'Alzheimer (rivedila nel TG Plus di questa mattina) ad una notizia dai risvolti positivi.

Il Comune di Mogliano ha infatti stanziato 18mila euro per contribuire all’acquisto, da parte dell'Associazione il Pesco, di un nuovo pulmino, ad integrazione degli oltre 13mila euro erogati per le attività di interesse collettivo svolte dai volontari dell’Associazione.

Da anni l'Associazione Il Pesco di Mogliano – Associazione di Promozione Sociale, presieduta  da Giuliana Tochet, collabora con l’Amministrazione comunale, realizzando numerose iniziative di carattere sociale, culturale, ludico e aggregative rivolte alle  persone anziane portatrici del morbo di Alzheimer o demenza senile e alle loro famiglie. Queste attività rivestono una notevole importanza dal punto di vista sociale in quanto prevengono e riducono forme di isolamento, favorendo quindi la relazione e la socializzazione delle persone che vivono situazioni difficili e migliorando la qualità della vita delle stesse.

E’ finalizzato all’acquisto di un nuovo automezzo ad uso del Progetto Sollievo Alzheimer, in sostituzione del pulmino attualmente in uso, ormai vetusto e soggetto a continui interventi di riparazione, il contributo di 18mila euro concesso dal Comune all'Associazione Il Pesco di Mogliano, a fronte di un costo complessivo del mezzo di oltre 27mila euro.

Il mezzo si rende necessario perché, per garantire la partecipazione degli interessati alle varie attività organizzate e essere di supporto ai familiari nella gestione delle persone malate, i volontari dell'Associazione si fanno carico del loro accompagnamento dall'abitazione alla sede delle attività e viceversa.

“Erogare più servizi mantenendo inalterate le tasse: la riconfermiamo questa finalità, non solo a parole, proprio in questi giorni di discussione del bilancio 2019. Un obiettivo questo  che la nostra Amministrazione si era data già dall’anno scorso. In questa direzione si colloca il supporto del Comune nel sostenere servizi sociali, di primaria importanza, come quello svolto dall’Associazione Il Pesco nella gestione del Centro Sollievo. Riteniamo doveroso, dato l'alto valore sociale delle iniziative e delle attività svolte da questa Associazione a favore della cittadinanza moglianese, dare un contributo economico che dia la possibilità di mantenere la qualità di questo prezioso servizio.

Questo centro è divenuto ormai un punto di riferimento insostituibile, non solo nella cura delle persone colpite dalla malattia ma anche nel sostegno alle loro famiglie. Per questo abbiamo supportato anche la realizzazione di materiali informativi del servizio, in distribuzione in questi giorni allegati al calendario 2019 di Veritas. E’ grazie a queste generose attività di volontariato, portatrici di valori della solidarietà tra le persone e dell'impegno sociale, che la nostra comunità può contare su aiuti che altrimenti sarebbero inavvicinabili, per costi e ubicazione”, hanno evidenziato il Sindaco, Carola Arena, e l’Assessore alle politiche sociali, Tiziana Baù.

Nel corso del 2018, il Comune ha concesso  all'Associazione Il Pesco di Mogliano il patrocinio per la realizzazione di laboratori creativi da svolgersi presso la Barchessa est di Villa Torni all’Istituto Gris, nel periodo settembre-dicembre 2018, autorizzando un contributo economico di 4mila euro, a sostegno delle spese sostenute dall'associazione per l’acquisto di materiali, di trasporto degli assistiti e dell’organizzazione di momenti conviviali. Questi laboratori sono finalizzati alla socializzazione degli anziani della 4^ età che vivono in solitudine e delle persone socialmente svantaggiate, che soffrono di disagio psichico a causa della perdita del lavoro, per lutto o per depressione cronica.

Per sostenere, inoltre, le numerose attività realizzate dall’Associazione nel corso dell’anno nell'ambito del “Progetto Regionale Sollievo” e poter garantire attraverso i suoi volontari l'apertura nel territorio di un Centro Sollievo, è stato erogato un contributo integrativo di 8.600 euro. Con la supervisione di professionisti esperti,  il Centro offre a persone malate di Alzheimer e altre demenze degenerative momenti di socializzazione, attività specifiche e adeguate rispetto alle loro esigenze, dando supporto anche alle loro famiglie nell’alleggerire il carico assistenziale ed implementando la disponibilità nel mantenere a domicilio il familiare.

Accanto al Centro Sollievo  a favore delle persone affette da demenza e Alzheimer attuato nel territorio moglianese dall'Associazione Il Pesco Mogliano, è attivo anche il Punto di Presenza dell’Associazione Parkinsoniani di Treviso presso il Centro Polivalente della Terza Età.

Per promuovere e diffondere la conoscenza dei servizi e delle attività erogati da Progetto Sollievo e Punto di Presenza Parkinson è stato realizzato un materiale informativo distribuito in concomitanza con la diffusione del calendario Veritas 2019 e al quale l’Amministrazione comunale ha partecipato con il contribuito di 915 euro, suddiviso equamente tra l'Associazione Il Pesco di Mogliano Veneto e l'Associazione Parkinsoniani.

Queste realtà costituiscono un importante punto di riferimento per le persone affette da demenza e/o dalla malattia di Parkinson e per i loro familiari, in quanto con la supervisione di professionisti esperti ed il servizio di persone volontarie, offrono al malato occasioni di socializzazione e stimolo per le abilità residue, permettono alle famiglie di alleggerire il carico assistenziale, allontanano l’istituzionalizzazione del malato, offrono alla famiglia un supporto emotivo e pratico, favoriscono la nascita di coordinamenti tra associazioni che si occupano delle patologie in oggetto, così da favorire la sinergia tra le istituzioni e il mondo del volontariato verso l’unico obiettivo di assicurare il sostegno nella difficile e stressante gestione del familiare malato.

Facebook Comments

Leggi anche

Parte da Castelfranco la rivoluzione del vino

“Complimenti al lavoro degli enologi e degli allievi