ASSINDUSTRIA VENETOCENTRO: IL 30 OTTOBRE L’ELEZIONE DEL NUOVO PRESIDENTE

Piovesana e Finco: «Sarà un’Assemblea partecipata e importante per dare speranza alla comunità»

L’Assemblea Generale 2020 di Assindustria Venetocentro eleggerà nel pomeriggio di domani, venerdì 30 ottobre, il primo Presidente unico per il 2020-2024, al termine del biennio fondativo guidato dai Presidenti Maria Cristina Piovesana e Massimo Finco. Nel rispetto delle misure degli ultimi Dpcm, l’Assemblea si svolgerà in Parte Privata riservata ai Soci e in collegamento da remoto.

La Parte Pubblica dell’Assemblea, inizialmente dedicata all’Europa e all’Italia nella prospettiva della ricostruzione post pandemia, con ospiti il Commissario europeo agli Affari economici Paolo Gentiloni, Stefano Barrese Responsabile Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo e Carlo Bonomi Presidente di Confindustria, sarà riprogrammata nella primavera prossima per consentire la più ampia partecipazione in presenza di tutte le rappresentanze istituzionali e del sistema associativo.

Resta invariato il programma della Parte Privata, nel corso della quale l’Assemblea dei Soci eleggerà il nuovo Presidente di Assindustria Venetocentro, tra le prime associazioni a livello nazionale del Sistema Confindustria, con 3.500 imprese associate che danno lavoro ad oltre 170.000 addetti. Sarà adottato per la prima volta un sistema elettronico di voto a distanza che potrà essere esercitato da qualunque luogo e garantendo la votazione a scrutinio segreto.

«E’ stata una scelta difficile per una tra le più partecipate assemblee di Confindustria ma inevitabile per gli obblighi imposti – dichiarano i Presidenti, Maria Cristina Piovesana e Massimo Finco – consapevoli di dover contribuire tutti, con i nostri comportamenti, ad evitare che vi siano ulteriori chiusure e limitazioni, che come abbiamo già provato hanno un impatto devastante sulle nostre vite, sull’economia e il lavoro. Gli imprenditori saranno ugualmente presenti e vicini, come è avvenuto in questi mesi, per un’Assemblea partecipata e importante, che eleggerà il primo Presidente unico dell’associazione e sarà una vera testimonianza capace di dare un segno di speranza alla nostra comunità che confida nelle capacità imprenditoriali, nelle imprese e nel lavoro in sicurezza, nella ricchezza che queste producono a beneficio di tutti».