Finanziamenti ai distretti del commercio, 57 progetti presentati

Finanziamenti ai distretti del commercio, 57 progetti presentati

- in Economia, Le ultime, Regione veneto
117
0
distretti-commercio-veneto

Sono 57 le proposte progettuali giunte in Regione entro la scadenza del 15 luglio per l’accesso al bando che mette a disposizione una dotazione di 5 milioni di euro per il finanziamento dei comuni che già hanno ottenuto il riconoscimento di “Distretti del Commercio”. Con il bando la Regione si propone di facilitare la concretizzazione di progetti finalizzati ad accrescere l’attrattività, rigenerare il tessuto urbano e sostenerne la competitività, valorizzando al contempo le attività commerciali e contribuendo in questo modo a combattere il fenomeno della desertificazione delle città. I progetti saranno coordinati da un manager, individuato dal Distretto e avranno una durata di 18 mesi, eventualmente prorogabili di ulteriori sei mesi per motivate richieste.

“Ancora una volta il territorio veneto ha saputo cogliere le opportunità offerte dalla Regione – sottolinea con soddisfazione l’assessore allo Sviluppo Economico Roberto Marcato - e ha dimostrato che la voglia di lavorare insieme è in costante crescita ed è parte integrante dell’identità culturale sia delle amministrazioni pubbliche sia delle imprese venete. L’economia del Veneto è una di quelle trainanti a livello nazionale; ha, quindi, bisogno di essere sostenuta in ogni suo ambito.  Ancora una volta abbiamo la conferma che se vengono messi in campo gli interventi giusti abbiamo risposte concrete da operatori ed enti locali”.

Il successo del bando è stato notevole con progetti provenienti da ben 57 distretti riconosciuti – prosegue Marcato – e con investimenti da parte dei comuni per oltre 40 milioni di euro. Gli interventi sono di varia natura come la riqualificazione  di immobili pubblici e di spazi destinati al commercio, misure urbanistiche finalizzate a migliorare l’accessibilità e il contesto ambientale, interventi per la fruibilità commerciale e turistica dei luoghi e per sviluppare la mobilità sostenibile, pubblicazione di bandi e concorsi di idee sul tema della riqualificazione e rigenerazione urbana, promozione di appositi itinerari di attrattività e di nuovi  servizi legati all’accoglienza turistica. È, ancora una volta, una conferma che i Veneti intendono perseguire lo sviluppo economico anche attraverso il miglioramento del tessuto urbano e sociale in cui operano”.

Facebook Comments

Leggi anche

La birra artigianale in Veneto sarà sempre più autoctona

L’università di Padova, con il Dipartimento di agronomia,