360 le persone controllate, di cui 2 sanzionate per violazione del Regolamento di Polizia Ferroviaria e per inottemperanza alla misura di allontanamento ai sensi della normativa in materia di DASPO urbano; 65 gli agenti Polfer impegnati nei 18 scali ferroviari regionali, dove i controlli sono stati estesi anche ai bagagli depositati e ai 62 bagagli al seguito di viaggiatori.

Questi i risultati dell’attività straordinaria effettuata dal Compartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto nell’ambito dell’operazione “Stazioni Sicure”, svoltasi nella giornata di giovedì 11 agosto.

L’operazione, promossa su scala nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria, è stata predisposta per monitorare l’esodo estivo degli utenti del mondo ferroviario, anche in considerazione della movimentazione dei vacanzieri diretti nelle zone di villeggiatura, al fine di tutelare la loro sicurezza.

Nel corso dell’operazione, i controlli sono stati effettuati con metal detector portatili e smartphone, che consentono la lettura ottica e la verifica in tempo reale dei documenti di identità, agevolando e velocizzando le procedure di identificazione.

Nelle stazioni di Padova e di Venezia-Mestre, i controlli sono stati effettuati con l’ausilio delle unità cinofile antidroga e antiesplosivo e di equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine della Questura di Venezia.